Translate

sabato 22 dicembre 2012

ELEZIONI: INGROIA, ENTRO DICEMBRE DECIDO SE CANDIDARMI =

INGROIA: FASSINA (PD), INCOMPATIBILE PER ALLEANZA CON NOI

(ANSA) - ROMA, 22 DIC - ''Non mi pare che le posizioni che
porta avanti Ingroia sulla giustizia possano essere
condivisibili e per quanto mi riguarda non lo sono quelle ha
assunto rispetto alla vicenda che ha coinvolto il presidente
Repubblica. Mi pare un movimento molto monotematico''. Cosi' il
responsabile economico del Pd ha commentato a Omnibus le
dichiarazioni dell'ex pm Antonio Ingroia che ieri ha battezzato
il suo nuovo polo ''Io ci sto'' chiedendo un confronto con il
Pd.
''Non abbiamo capito sul terreno economico-sociale cosa
Ingroia propone - ha osservato Fassina - e non facciamo alleanze
che non abbiano un forte grado di omogeneita' rispetto agli
impegni che vogliamo mantenere con l'Europa e a livello
internazionale. Mi pare quindi complicato che si possa costruire
questo rapporto, anche perche' con Ingroia convivono molte
posizioni diverse tra loro e penso che l'alleanza progressista
debba avere un profilo di credibilita' che non mi pare sia
compatibile con l'offerta politica che Ingroia rappresenta''.
(ANSA).

DEL
22-DIC-12 10:23 NNNN
ELEZIONI. DILIBERTO: LAVORIAMO A LISTA INTORNO A PROPOSTA INGROIA
DIALOGO CON IL PD

(DIRE) Roma, 22 dic. - "Lavoriamo concretamente alla costruzione
di una lista intorno all'appello e alla proposta politica
presentata ieri sera da Antonio Ingroia". Lo afferma Oliviero
Diliberto, segretario nazionale del Pdci a margine del Comitato
Centrale del Pdci in corso a Roma, che ha ricevuto la visita di
Antonio Ingroia. Diliberto prosegue: "Noi lavoreremo nella
direzione del dialogo con il centrosinistra. Mi auguro che non ci
siano pregiudiziali sui temi della legalita'".

(Com/Vid/ Dire)
12:46 22-12-12

NNNNINGROIA. DE MAGISTRIS: CONFRONTO COL PD DURERA' TEMPO DI UN CAFFÈ


(DIRE) Roma, 22 dic. - "Ingroia deve essere il candidato premier
non del quarto polo ma di un'area che si candida a vincere le
elezioni. Ho chiesto ad Ingroia di chiamare Bersani oggi stesso,
perche' si deve fare presto: tra due mesi si vota e ci sono
ancora troppi se. Ma devo essere sincero: non riesco a immaginare
la riuscita di una intesa col Pd, il dialogo serve solo a levare
il pregiudizio, perche' non credo che il Pd rinuncera' alle sue
posizioni sulle politiche liberiste, sulle spese militari o
sull'art. 18". Lo ha detto Luigi de Magistris intervenendo
all'assemblea di Cambiare si puo' organizzata oggi al Teatro
Quirino di Roma.
Per questo, ha aggiunto, "credo che l'incontro tra Ingroia e
il Pd durera' il tempo di un cappuccino o di un caffe'. Con
Ingroia ci saranno cittadine e cittadini con la schiena dritta
che hanno lottato a difesa dei diritti civili e sociali e a
difesa dei territori, insieme a tutti quei militanti dei partiti
che hanno contrastato le politiche liberiste di Monti".

(Com/Vid/ Dire)
13:25 22-12-12

NNNN
INGROIA: DE MAGISTRIS,TENTIAMO INTESA CON PD MA E' DIFFICILE

(ANSA) - ROMA, 22 DIC - ''Ingroia deve essere il candidato
premier non del quarto polo ma di un'area che si candida a
vincere le elezioni. Ho chiesto ad Ingroia di chiamare Bersani
oggi stesso, perche' si deve fare presto: tra due mesi si vota e
ci sono ancora troppi se''. Lo dice il sindaco di Napoli e
leader del movimento arancione Luigi De Magistris .
''Ma devo essere sincero: non riesco a immaginare la riuscita
di una intesa col Pd, il dialogo serve solo a levare il
pregiudizio, perche' non credo che il Pd rinuncera' alle sue
posizioni sulle politiche liberiste, sulle spese militari o
sull'art. 18. Per questo credo che l'incontro tra Ingroia e il
Pd durera' il tempo di un cappuccino o di un caffe'. Con
Ingroia ci saranno cittadine e cittadini con la schiena dritta
che hanno lottato a difesa dei diritti civili e sociali e a
difesa dei territori, insieme a tutti quei militanti dei partiti
che hanno contrastato le politiche liberiste di Monti''.
(ANSA).

DEL
22-DIC-12 13:35 NNNN
ELEZIONI: INGROIA, ENTRO DICEMBRE DECIDO SE CANDIDARMI =
INTERVENTO A 'CAMBIARE SI PUO'', ASPETTO RISPOSTA A CONDIZIONI
CHE HO POSTO

Roma, 22 dic. (Adnkronos) - Una settimana per decidere e poi si
tireranno le somme per vedere se sara' possibile costruire una lista
elettorale. Il limite posto da Antonio Ingroia, che questa mattina e'
intervenuto al teatro Quirino a Roma all'assemblea di "Cambiare si
puo'", e' il 28-29 dicembre per scegliere se tornare in Guatemala a
fare il magistrato antidroga o restare in Italia a guidare i lavori
del cantiere aperto da "Io ci sto".

"Se vogliamo partecipare alla campagna elettorale -ha affermato
nel suo intervento al Quirino- dobbiamo anche avere delle strategie.
Dobbiamo fare il massimo dello sforzo per trovare una sintesi e un
punto di convergenza comune. La mia, come ho detto ieri, e' stata una
dichiarazione di disponibilita' e di servizio su un progetto che si
sta formando".

"Dobbiamo fare tutto in fretta, nell'arco di pochi giorni ognuno
di noi deve fare i propri conti e regolarsi. Vediamo cosa succede in
questi giorni. Da parte mia assumero' le mie determinazioni finali
entro il 28-29 dicembre. Ho posto condizioni. Una di queste e'
verificare se, sul versante della societa' civile, si creano le
condizioni per un passo in avanti e se riusciamo a riempire di
contenuti, di persone, di associazioni il progetto e riuscire a fare
una lista". (segue)

(Ruf/Col/Adnkronos)
22-DIC-12 13:39

NNNN
ELEZIONI: INGROIA, ENTRO DICEMBRE DECIDO SE CANDIDARMI (2) =
DIALOGO CON PD E GRILLO? IL CONFRONTO NON CI SPORCA

(Adnkronos) - "Sono convinto -ha proseguito Ingroia- della
necessita' di un passo in avanti della societa' civile e di un 'passo
incontro' da parte della politica che, in questi mesi, dentro e fuori
il Parlamento, si e' espressa in modo alternativo al montismo e
berlusconismo. Questo e' il denominatore comune su cui costruire
questa aggregazione".

"Non dobbiamo attestarci su posizioni di purismo ideologico ma
dobbiamo essere pragmatici se vogliamo creare un'aggregazione per
costruire un polo e governare il Paese. 'Passo incontro' vuol dire
stimolare un nuovo protagonismo della societa' civile. Il progetto e'
quello di una lista civica. Credo fortemente nel concetto della
rivoluzione civile. Non chiedo alla politica di farsi da parte ma di
fare un passo indietro, non piu' in prima fila ma in seconda fila".

Ingroia ha nuovamente sostenuto la necessita' di aprire un
dialogo con Pd e Grillo. "Ci sono differenze e critiche che facciamo
al Pd per il sostengo dato al governo Monti ma non dobbiamo avere
paura del confronto e verificare se ci sono compatibilita'. Il
confronto non infetta e non sporca. Capisco lo scetticismo -ha
concluso il magistrato- ma senza pregiudizi nei confronti degli altri.
Questo vale anche per il Movimento 5 Stelle".

(Ruf/Col/Adnkronos)
22-DIC-12 13:49

NNNN
INGROIA: DE MAGISTRIS,ALLO STATO NON IMMAGINO INTESA CON PD

(ANSA) - ROMA, 22 DIC - ''Ingroia deve essere il candidato
premier non del quarto polo ma di un'area che si candida a
vincere le elezioni. Ho chiesto ad Ingroia di chiamare Bersani
oggi stesso, perche' si deve fare presto: tra due mesi si vota e
ci sono ancora troppi se''. Lo dice il sindaco di Napoli e
leader del movimento arancione Luigi De Magistris .
''Ma devo essere sincero: non riesco a immaginare la riuscita
di una intesa col Pd, il dialogo serve solo a levare il
pregiudizio, perche' non credo che il Pd rinuncera' alle sue
posizioni sulle politiche liberiste, sulle spese militari o
sull'art. 18. Per questo credo che l'incontro tra Ingroia e il
Pd durera' il tempo di un cappuccino o di un caffe'. Con
Ingroia ci saranno cittadine e cittadini con la schiena dritta
che hanno lottato a difesa dei diritti civili e sociali e a
difesa dei territori, insieme a tutti quei militanti dei partiti
che hanno contrastato le politiche liberiste di Monti''.
(ANSA).

DEL/TG
22-DIC-12 14:07 NNNNCARCERI: OSAPP,"DA PARLAMENTO ULTIMO SCHIAFFO,SOSTENIAMO INGROIA" =
(AGI) - Roma, 22 dic. - "Anche se la misura avrebbe comportato
un sollievo del tutto temporaneo rispetto alle gravissime
tensioni e al palese stato di illegalita' che si consumano ogni
giorno in carcere, l'affossamento in Senato del disegno di
legge sulle misure alternative alla detenzione della
Guardasigilli Severino, rappresenta l'ultimo schiaffo
dell'attuale Parlamento al sistema penitenziario e a chi in
carcere vive e lavora". Lo si legge in una nota di protesta
indirizzata dall'Osapp (Organizzazione Sindacale Autonoma
Polizia Penitenziaria) ai gruppi parlamentari di Senato e
Camera e a firma del segretario generale Leo Beneduci che
annuncia il sostegno all'iniziativa "Io ci sto" di Antonio
Ingroia. (AGI)
Vic (Segue)
221427 DIC 12

NNNNCARCERI: OSAPP,"DA PARLAMENTO ULTIMO SCHIAFFO,SOSTENIAMO INGROIA" (2)=
(AGI) - Roma, 22 dic. - Nella nota si legge inoltre "chi come
noi servitori in uniforme della collettivita' disimpegna la
propria professionalita', spesso a rischio della propria
integrita' psico-fisica, nel quotidiano tentativo di rendere
effettive negli istituti di pena le regole di legalita' e di
civile convivenza previste dall'ordinamento penitenziario, non
puo' piu' astenersi dal denunciare pubblicamente
l'annichilimento in carcere dei principi basilari stabiliti
dalla Costituzione repubblicana, a partire dagli articoli 3, 13
e 27 della stessa, su cui noi poliziotti penitenziari abbiamo
giurato fedelta' allo Stato". "Per tali profonde ragioni,
nell'esigenza di un cambiamento che liberi l'Italia dalle
mafie, dalla corruzione e dai professionisti della politica e
conduca a riconoscere nuovamente e per tutti i cittadini quei
valori di legalita' e di solidarieta' propri della democrazia,
all'esterno come all'esterno dei penitenziari italiani -
conclude Beneduci - abbiamo aderito all'iniziativa "Io ci
sto"di Antonio Ingroia e ci diciamo, con lui e con i movimenti
a lui vicini, anche noi partigiani della Costituzione". (AGI)
Vic
221427 DIC 12

NNNN
Lista Ingroia/ Ex pm prosegue incontri: Deciderò il 28-29/12
Partecipa ad assemblee Pdci e 'Cambiare si può':Serve pragmatismo

Roma, 22 dic. (TMNews) - Antonio Ingroia continua il suo giro di
'consultazioni', dopo la convention di ieri al teatro Capranica,
stamattina il pm in aspettativa è intervenuto prima alla riunione
del vertice dei Comunisti Italiani di Oliviero Diliberto
all'iniziativa di 'Cambiare si può', il network promosso da
Luciano Gallino e sostenuto, tra gli altri, da Sabina Guzzanti,
Vittorio Agnoletto, Paul Ginsborg e don Gallo. Altra passerella,
nuovi inviti a guidare l'area 'antagonista', ma Ingroia prende
ancora tempo: "Assumerò le mie determinazioni finali tra il
28-29, deciderò se restare o fare le valigie e tornare in
Guatemala". Prima di lui parlano in tanti e tutti chiedono
innanzitutto una cosa: dire no "al liberismo", alla politica del
governo Monti, "no alle grandi opere".

Ingroia condivide, si dice d'accordo, "su un'opposizione ferma
al berlusconismo e al montismo ci ritroviamo", ma invita anche al
"pragmatismo", perché "non dobbiamo esprimere posizioni di
purismo ideologico, dobbiamo essere pragmatici se vogliamo creare
una coalizione che aspira a governare". Su questo Ingroia ha
insistito: "Se vogliamo partecipare alla competizione elettorale
con dei risultati politici dobbiamo parlare di strategia e anche
di tattica. Dobbiamo fare il massimo dello sforzo, senza
rinunciare ciascuno di noi ai propri punti irrinunciabili, per
trovare una sintesi".

Il pm in aspettativa si riferisce innanzitutto al rapporto con
il Pd: "Ci sono forti critiche che dobbiamo fare al sostegno
espresso fino ad oggi dal Pd alla politica di Monti, ma non
dobbiamo avere paura di andare a un confronto, incontrarci,
verificare cosa c'è di compatibile e cosa no, il confronto in sé
non ci infetta, non ci sporca. Capisco lo scetticismo di molti di
voi, ma non bisogna assumere atteggiamenti pregiiudiziali. Se gli
altri li hanno verso di noi, questo confronto non ci sarà mai".

La platea ascolta, a volte applaude. Paolo Ferrero, segretario
Prc, sale sul palco e dice a Ingroia che "è sbagliatissimo
pensare che i partiti siano autosufficienti ma è anche
sbagliatissimo che tutto il male sta dentro il partiti e tutto il
bene sta fuori". E Luigi de Magisitris si offre di andare "a
prendere le valigie di Ingroia in Guatemala", purché lui accetti
di candidarsi. Quanto al Pd, "ho detto ad Antonio di chiamare
oggi stesso Bersani, ma io personalmente non riesco ad immaginare
che noi riusciamo a fare un accordo col Pd. Ho fatica a pensare
che il Pd possa rinunciare all'art. 18, alla macelleria sociale,
etc... Ho ragione di ritenere che l'accordo tra antonio Ingroia e
il Pd dura il tempo di un cappuccino".

Lui, Ingroia, ha insistito: "La mia è una dichiarazione di
disponibilità e di servizio rispetto ad una idea che si sta
formando. Avremmo avuto bisogno non di settimane, ma di mesi, ma
questo tempo non ce l'abbiamo. Nel giro di pochi giorni ciascuno
deve decidere cosa fare, per quello che mi riguarda l'ho detto".

Adm

221450 dic 12
ELEZIONI: INGROIA, GUIDERO' GRANDE LISTA SE POLITICA INDIETRO =
(AGI) - Palermo, 22 dic. - "In tutto il Paese si evidenzia una
forte mobilitazione di cittadini che in queste settimane
vogliono unire le molteplici esperienze dell'associazionismo
civile per una grande lista elettorale che diventi un polo
nuovo della politica con l'obiettivo di non essere secondo a
nessuno. C'e' tanta forza nelle parole e nelle azioni di tanti
amici che mi hanno incitato a compiere una scelta. Io ci sto se
in tanti ci metteranno la faccia e ci staranno, con la politica
che fa un passo all'indietro per far emergere la partecipazione
civica e popolare in un grande progetto di cambiamento
dell'Italia". Lo dice Antonio Ingroia, commentando la nascita a
Palermo, all'indomani della convention romana,
dell'associazione Terza Primavera che chiede a Ingroia di
"assumere il ruolo istituzionale di guida del prossimo governo
nazionale puntando alla difesa e tutela del bene pubblico, alla
crescita dell'economia, alla difesa per tutti del diritto al
lavoro, alla tutela del diritto alla salute soprattutto per i
piu' deboli, al contrasto al malaffare in politica e nella
pubblica amministrazione ed a un chiaro, libero e forte impegno
nella lotta alla criminalita' organizzata". (AGI)
Mrg
221839 DIC 12

NNNNLista Ingroia/ Ferrero riunisce a Roma il Prc: Pronti a dire sì
Disco verde a varo nuovo polo di alternativa a Berlusconi e Monti

Roma, 22 dic. (TMNews) - Si riunirà a Roma per due giorni,
stasera dalle 19 alle 22 e domani dalle 10 alle 14, la riunione
del Comitato Politico Nazionale del Partito della Rifondazione
comunista, all'Hotel Massimo D'Azeglio in via Cavour, per
l'adesione proposta dal segretario Paolo Ferrero al costiuendo
polo elettorale di alternativa a Berludconi e Monti, incentrato
sul manifesto promosso dall'ex pm Antonio Ingroia.

"L'organismo di direzione politica del partito, si riunisce in
questo momento cruciale, dopo l'incontro con Ingroia e
l'assemblea di 'Cambiare si può' - ha spiegato Ferrero - per
confermare e definire la nostra partecipazione al quarto polo
alle prossime elezioni, il nostro contributo all'alternativa di
governo che si opporrà alle politiche montiane e all'austerity,
fino ad ora sostenute da 'Abc'".

Tor

221650 dic 12
Lista Ingroia/ Ex pm a Pd:Dite se c'è pregiudiziale contro di me
"Credo non abbia ascoltato il mio intervento"

Roma, 22 dic. (TMNews) - Antonio Ingroia replica al responsabile
economia Pd Stefano Fassina che, questa mattina ad Omnubus su
La7, ha detto di ritenere "non credibile" la proposta politica
del pm ora in aspettativa. "E` evidente - dice Ingroia - che
Fassina non ritiene che la lotta alla mafia possa essere condotta
fino in fondo. Nel 'manifesto' di cui sono primo firmatario si
legge testualmente che 'vogliamo una politica antimafia nuova che
abbia come obiettivo ultimo non solo il contenimento, ma
l'eliminazione della mafia, e la colpisca nella sua struttura
finanziaria e nelle sue relazioni con gli altri poteri, a
cominciare dal potere politico'. Se Fassina ritiene non
condivisibili questi temi, allora lo specifichi meglio, oppure
più semplicemente dica che c`è una pregiudiziale contro Ingroia,
nel qual caso ne prendo serenamente atto".

"Ho criticato nel mio intervento di ieri - continua Ingroia - le
politiche neoliberiste di Berlusconi e del governo Monti. Credo
che Fassina non abbia ascoltato il mio intervento, né letto il
'manifesto', dove si propone un`alternativa al berlusconismo e al
liberismo. Quanto alla sottolineatura sul fatto che 'con Ingroia
convivono molte posizioni diverse tra loro', mi permetto di
suggerire un aperto confronto sui contenuti".

Adm

221620 dic 12SEL: VENDOLA, INGROIA? BERSANI SE APRE PORTA FA BENE =
(AGI) - Roma, 22 dic. - Si' a un dialogo con Antonio Ingroia,
"io lo auspico, ma non ho vinto le primarie" e quindi "a
Bersani, che ha vinto le primarie non intendo tirare la giacca.
Ma se Bersani aprira' questa porta o finestra fara' bene". Lo
ha detto il leader di Sel, Nichi Vendola, in una conferenza
stampa al termine dei lavori dell'assemblea nazionale del
partito. (AGI)
Sim/Dib
221755 DIC 12

NNNN

Nessun commento:

Posta un commento