Translate

martedì 6 giugno 2017

Camorra:27 arresti Napoli;due finanzieri 'al soldo' del clan


Camorra:27 arresti Napoli;due finanzieri 'al soldo' del clan


ZCZC3664/SXB
ONA78257_SXB_QBXB
R CRO S0B QBXB
Camorra:27 arresti Napoli;due finanzieri 'al soldo' del clan
(v. "Camorra: finanziere 'affiliato' clan e...", delle 11:57)
(ANSA) - NAPOLI, 6 GIU - Si chiamano .. e
.. i due militari della Guardia di Finanza che,
secondo gli inquirenti della Direzione Distrettuale Antimafia di
Napoli, erano al soldo del clan napoletano Vinella Grassi di
Scampia. I loro nomi figurano nella lista delle 27 persone
arrestate oggi nel corso di un blitz.
Auricchio e' accusato di partecipazione all'associazione per
delinquere e concorso in tentativo di omicidio; e l'altro "solo"
di traffico di droga.
Auricchio, ritenuto organico al clan, e ritenuto coinvolto
nel tentativo di omicidio di Giovanni Esposito, esponente della
famiglia camorristica Abbinante dei cosiddetti "scissionisti"
(gruppo che si separo' dai Di Lauro, ndr). Al raid avrebbe preso
parte sia come organizzatore che come esecutore materiale.
Il finanziere 'infedele', secondo l'accusa, prelevo' la
vittima dalla sua abitazione con il pretesto di un controllo di
polizia.
I particolari dell'operazione - eseguita tra Scampia e
Secondigliano, a Napoli, da Sco, Squadra Mobile e Gico - sono
stati illustrati nel corso di una conferenza stampa alla quale
hanno partecipato, tra gli altri, il procuratore facente
funzioni, Nunzio Fragliasso, i procuratori aggiunti, e
coordinatori della DDA, Filippo Beatrice e Giuseppe Borrelli, il
generale Gianluigi D'Alfonso, comandante provinciale della
Guardia di Finanza di Napoli e il colonnello della Guardia di
Finanza Giovanni Salerno e il dirigente della Squadra Mobile
partenopea Luigi Rinella.
Fragliasso ha sottolineato l'impegno delle forze di polizia e
della Procura nell'attivita' di contrasto alla criminalita'
organizzata, contro ogni forma di illegalita', che "non conosce
soste" e che rappresenta "una forma di risposta con il controllo
del territorio, presidiato dalle forze dell'ordine".
Il generale D'Alfonso ha evidenziato, come l'indagine abbia
"disarticolato il gruppo criminale" e, a proposito dell'arresto
dei due militari delle fiamme gialle, ha messo l'accento sulla
tempestivita' dell'intervento affermando che "se dovessero
emergere altre connivenze saremo inflessibili". Entrambi i
finanzieri erano stati gia' sospesi, due anni anni fa, dal
servizio e arrestati nel 2015 in una inchiesta che ha portato a
una condanna a sei anni reclusione. (ANSA).
LN-PIO
06-GIU-17 13:54 NNNN