Translate

lunedì 24 luglio 2017

USA: RUSSIAGATE, KUSHNER OGGI AL SENATO, NON TESTIMONIERA' SOTTO GIURAMENTO =





USA: RUSSIAGATE, KUSHNER OGGI AL SENATO, NON TESTIMONIERA' SOTTO GIURAMENTO =
Washington, 24 lug. (AdnKronos/Washington Post) - E' arrivato l'atteso
giorno in cui Jared Kushner si presenterà di fronte alla commissione
Intelligence del Senato per rispondere dei suoi contatti con uomini
d'affari e funzionari russi durante la campagna elettorale del
suocero. Ma quando testimonierà oggi, in un'audizione a porte chiuese,
il genero e fidatissimo consigliere di Donald Trump non sarà sotto
giuramento, sottolinea il Washington Post aggiungendo che si prevede
che il giovane miliardario newyorkese non invocherà il quinto
emendamento, quello contro l'auto incriminazione, e risponderà tutte
le domande.
Dopo la testimonianza di oggi, Kushner domani dovrà replicare alla
Camera, dove sarà ascoltato dai deputati della commissione
Intelligence, sempre a porte chiuse. In questa settimana erano attese
anche le testimonianze, questa volta di fronte alla commissione
Giustizia del Senato, di Donald Trump jr e Paul Manafort, ex manager
della campagna di Trump, ma le convocazioni sono state sospese mentre
i loro avvocati continuano a negoziare con gli investigatori di
Capitol Hill per la consegna di documenti ed informazioni. (segue)
(Ses/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
24-LUG-17 10:17
NNNN
USA: RUSSIAGATE, KUSHNER OGGI AL SENATO, NON TESTIMONIERA' SOTTO GIURAMENTO (2) =
(AdnKronos/Washington Post) - Esperti legali sottolineano come la
decisione di Kushner di testimoniare di fronte al Congresso sia possa
rivelarsi controproducente, dal momento che le sue dichiarazioni
potrebbero essere usate poi contro di lui nell'inchiesta penale che lo
Special Counsel Robert Mueller sta conducendo sul Russiagate. Al
quale, si prevede, saranno consegnati dal Senato i verbali
dell'audizione odierna.
Non è forse un caso che proprio nei giorni scorsi è stato rivelato che
Trump avrebbe discusso con i suoi legali la possibilità di concedere
la grazia ai suoi collaboratori, e persino a se stesso, sulla base dei
suoi poteri presidenziali. E lo stesso Trump, con un tweet di sabato
scorso, ha affermato di avere come presidente "pieno potere di
concedere la grazia".
(Ses/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
24-LUG-17 10:17
NNNN