Translate

venerdì 4 agosto 2017

DISABILI, LECCE: IN SPIAGGIA E IN ACQUA LE "SEDIE JOB"





DISABILI, LECCE: IN SPIAGGIA E IN ACQUA LE "SEDIE JOB"
(9Colonne) Lecce, 4 ago - Anche quest'anno la Pro loco di Lecce ha avviato il Progetto Delfino. Si tratta di un progetto sociale per il turismo accessibile che vuole offrire a tutte le persone con difficoltà di deambulazione la possibilità di poter frequentare la costa leccese e fare il bagno grazie alla sedia Job, messa a disposizione gratuitamente. La sedia Job consente a chi soffre di disabilità motorie di poter accedere in sicurezza alla balneazione, di muoversi più agevolmente sulla sabbia, di beneficiare in pieno del relax che il litorale leccese garantisce a chi lo frequenta per le vacanze. In particolare la possibilità di fare il bagno è il valore aggiunto offerto dall'utilizzo di questo supporto, che integra, andando oltre a quanto richiesto oggi per legge, le consuete dotazioni in materia di accessibilità che ogni lido deve garantire a chi lo frequenta. Ad oggi nelle marine leccesi la sedia è presente al lido La Staffa a Frigole, al lido Idume a Spiaggia Bella, ai lidi Pevero e Ponticello a San Cataldo. La sedia Job è concessa ai lidi in comodato d'uso fino alla fine del mese di settembre. Il protocollo d'intesa è a disposizione per essere scaricato e sottoscritto sul sito www.prolocolecce.it. "Abbiamo scelto di titolare questo progetto 'Delfino' per omaggiare la capacità che hanno questi splendidi animali di preoccuparsi del benessere dei propri compagni oltre che di quello individuale - spiega la presidente della Pro Loco Lecce Maria Gabriella De Iudicibus -. Per questo rivolgo un invito all'adesione e al sostegno del nostro progetto, anche attraverso l'organizzazione di eventi con la nostra Pro Loco, per fare in modo che l'anno prossimo possiamo estenderlo ulteriormente". "Non posso che ringraziare la Pro Loco per il suo impegno a favore delle persone disabili che visitano le nostre marine nel periodo estivo. - dichiara l'assessore al Turismo Paolo Foresio -. È importante che anche con iniziative come questa tutti ci sentiamo coinvolti nel garantire l'accessibilità del nostro mare a tutti".
(PO / red)
040855 AGO 17