Translate

venerdì 16 novembre 2018

ACCADDE DOMANI = Giornata vittime strada, in Ue 25.300 morti

VENERDÌ 16 NOVEMBRE 2018 11.54.53
POLIZIASICUREZZA

= ACCADDE DOMANI = Giornata vittime strada, in Ue 25.300 morti =

(AGI) - Roma, 16 nov. - "Le strade hanno una storia. Per un lieto fine, miglioriamo la sicurezza stradale": e' questo lo slogan della Giornata mondiale in ricordo delle vittime della strada 2018, che ricorre domenica 18 novembre. Ogni anno gli incidenti stradali causano la morte di piu' di un milione e 250mila persone, 3.400 al giorno, 140 ogni ora. Il "World Day of Remembrance" e' stato istituito dall'Onu nel 2005 per ricordare i milioni di persone uccise o ferite sulle strade, le loro famiglie, le comunita' e al contempo rendere omaggio alle categorie dei soccorritori, agli operatori di polizia e ai sanitari che quotidianamente si occupano delle conseguenze traumatiche della morte e delle lesioni sulla strada. In Italia la celebrazione nazionale della giornata e' stata ufficializzata da pochi mesi, con la legge 227 del 29 dicembre 2017, su proposta del deputato Pd Emiliano Minnucci, entrata in vigore lo scorso gennaio. In Italia, secondo dati Aci-Istat, dopo una riduzione nel 2016, lo scorso anno e' tornato a crescere il numero di morti, in controtendenza con i dati europei. Dal rapporto della Commissione europea e' emerso che nel 2017, per il secondo anno consecutivo, nell'Ue il numero di incidenti e' diminuito del 2% circa. Lo scorso anno hanno perso la vita sulle strade europee 25.300 persone, 300 in meno rispetto al 2016 e 6.200 in meno rispetto al 2010 (-20 %). Una tendenza valutata come "incoraggiante", ma secondo la Commissione "sara' comunque molto impegnativo raggiungere l'obiettivo di dimezzare il numero delle vittime della strada tra il 2010 e il 2020". Rispetto agli altri Paesi Ue, nel 2017 l'Italia ha avuto un tasso di mortalita' che la colloca al 18esimo posto, rispetto al 14esimo occupato nel 2016. Infatti per ogni milione di abitanti, nel 2017 si contano 49,7 morti per incidente stradale nella Ue a 28 contro 55,8 in Italia. Le nazioni europee piu' virtuose rimangono Svezia e Regno Unito (25,3 e 27,1) mentre in coda alla classifica risultano Bulgaria e Romania (99,3 e 96,0) ogni milione di abitanti. (AGI) Vqv/Zec (Segue) 161155 NOV 18 NNNN
VENERDÌ 16 NOVEMBRE 2018 11.55.05
POLIZIASICUREZZA

= ACCADDE DOMANI = Giornata vittime strada, in Ue 25.300 morti (2)=

(AGI) - Roma, 16 nov. - Tante le iniziative per commemorare la Giornata Mondiale in ricordo delle vittime della strada. Sabato 17, i giovani del comitato della Croce Rossa di Brescia, scenderanno in piazza con il progetto "La Svolta Sicura" per parlare con i loro coetanei dei rischi della distrazione alla guida, dall'alcool ai cellulari. Con 50 croci in piazza San Zeno e altrettanti palloncini bianchi lanciati in cielo, domenica mattina Verona ricordera' tutte le vittime della strada e nelle serate di domenica e lunedi' la Gran Guardia sara' illuminata di rosso. A Firenze, il 18 pomeriggio per le strade del centro, i Giovani volontari della Croce Rossa Italiana saranno protagonisti di un flash mob con alcuni volontari interpreteranno il ruolo di vittime di incidenti stradali mentre altri - in divisa da soccorritore - si occuperanno di dialogare con i passanti, descrivendo l'obiettivo della performance. A Palermo il 20 novembre si terra' una giornata di sensibilizzazione e formazione rivolta a circa 200 ragazzi di alcuni Istituti superiori del capoluogo siciliano, con lo slogan "Non dimenticare ma soprattutto educare e prevenire". Le scuole e le universita' sono al centro di numerose iniziative di formazione e sensibilizzazione. Tra queste c'e' Icaro, la campagna di sicurezza stradale promossa dalla Polizia di Stato in collaborazione con diversi partner e associazioni della societa' civile, che dal 2009 ha raggiunto circa 200.000 studenti nelle scuole di ogni ordine e grado e molte centinaia di migliaia in eventi svolti nei teatri, nelle piazze e nelle attivita' proposte dal Pullman Azzurro. L'obiettivo e' quello di far comprendere ai giovani l'importanza del rispetto delle regole, promuovere una cultura della legalita' ed evitare che i ragazzi assumano comportamenti pericolosi, causa principale degli incidenti stradali. (AGI) Vqv/Zec 161155 NOV 18 NNNN

Nessun commento:

Posta un commento