Translate

lunedì 9 gennaio 2012

L elettorale/ Bersani: Referendum o no va superato il 'porcellum'






 L elettorale/ Bersani: Referendum o no va superato il 'porcellum'
"Meglio il 'mattarellum', sebbene non sia perfetto"

Roma, 9 gen. (TMNews) - "Quel che auspico è che, referendum o non
referendum, si arrivi ad una nuova legge elettorale meditata e
migliore di quella pessima che abbiamo oggi", il cosiddetto
'porcellum'". Così il segretario del Pd Pierluigi Bersani in
merito alla prossima decisione della corte Costituzionale.

"Anche un ritorno al 'mattarellum' sarebbe meglio, ma
l'esperienza ha dimostrato che quel sistema non è perfetto.
Quanto a eventuali crisi, dico solo questo: penso che finché non
saremo messi su binari solidi, abbiamo bisogno di non prendere la
responsabilità di destabilizzare il Paese in un momento così. Non
sarebbe capito da nessuno, né qui né in giro per il mondo...".

Ska

090917 gen 12


GOVERNO: BERSANI, ORA I PARTITI SIANO COINVOLTI DI PIU'
LEADER PD AL PREMIER, NUOVO METODO CON CHI SOSTIENE IL GOVERNO
(ANSA) - ROMA, 09 GEN - ''Con l'anno che comincia bisogna
darsi un metodo'' che semplifichi il lavoro del governo nel
confronto con i partiti. Lo dice in un'intervista alla Stampa il
leader del Pd Pier Luigi Bersani sottolineando che per superare
la crisi serve insistere sulla crescita e premere perche'
l'Europa faccia la sua parte.
''In Europa - spiega il segretario del Pd - ancora non
facciamo gesti inequivocabili che dicano: difenderemo l'euro, di
qui non si passa''.
Tre sono i gesti a cui pensa Bersani: il fondo salva-stati,
che va reso ''credibile'' e dotato ''di risorse'', ''la partita
degli eurobond'' da avviare e ''una tassa sulle transazioni
finanziarie''. Tutto questo, per il leader democratico, trova
ostacoli anche per motivi ideologici: ''Con la frusta della
globalizzazione - dice - sull'Europa e' calata una nuova
ideologia, interpretata dalla destra e subita troppo
passivamente dalla sinistra. Una ideologia di ripiegamento,
difensiva, corporativa, che dice: in economia i mercati hanno
sempre ragione, in politica ognuno faccia gli affari suoi''.
Il ''metodo'' auspicato da Bersani prevede sulle questioni
internazionali un rapporto diretto tra Monti e i segretari dei
partiti, poi ''una sede tra governo e gruppi parlamentari che
consenta di costruire l'agenda di lavoro e renderla effettiva'',
e infine ''un'iniziativa per definire un'agenda per riforme
istituzionali e costituzionali''.
Al di la' dell'esito del referendum, Bersani auspica infine
una nuova legge elettorale ''meditata e migliore di quella
pessima che abbiamo oggi''. (ANSA).

Y14-GN
09-GEN-12 08:51 NNNN
GOVERNO: BERSANI, NUOVO METODO CON CHI LO SOSTIENE =
AGENDA PER LE RIFORME E RAPPORTO DIRETTO TRA MONTI E I LEADER SU
TEMI EUROPEI

Roma, 9 gen. (Adnkronos) - "Adesso che si imposta il lavoro di
un anno, bisogna stabilire un metodo". E' la proposta del segretario
del Pd Pier Luigi Bersani che in un'intervista a 'La Stampa'
suggerisce: "Sulle questioni europee e internazionali Moni puo'
trovare un rapporto diretto con i segretari dei partiti che gli
consenta di rappresentare posizioni unitarie e nazionali su punti
strategici".

Bersani spiega, poi, la necessita' di "avere una sede tra
governo e gruppi parlamentari che consenta di costruire l'agenda di
lavoro e renderla effettiva" e di una iniziativa per l'agenda delle
riforme istituzionali e costituzionali, mentre sulla legge elettorale
"si e' cominciato a lavorare". Per Bersani "e' chiaro" che questa
"terza questione accentuerebbe la stabilita' del governo".

Il segretario del Pd rietiene che sia ora che "i leader dei
partiti dicano esplicitamente e pubblicamente se sono disposti a
convenire su un'agenda da affidare poi ai gruppi parlamentari". Sulla
legge elettorale, infine, "referendum o non referendum", Bersani
auspica che si arrivi ad una legge "meditata e migliore di quella
pessima che abbiamo oggi", e anche un ritorno al 'mattarellum'
"sarebbe meglio" anche se "l'esperienza ha dismostrato che quel
sistema non e' perfetto".

(Pol/Col/Adnkronos)
09-GEN-12 08:45

NNNN
L. ELETTORALE: BERSANI, SERVE RIFORMA PER SUPERARE PORCELLUM =
(AGI) - Roma, 9 gen. - "Quel che auspico e' che, referendum o
non referendum, si arrivi ad una nuova legge elettorale
meditata e migliore di quella pessima che abbiamo oggi. Anche
un ritorno al 'mattarellum' sarebbe meglio, ma l'esperienza ha
dimostrato che quel sistema non e' perfetto". Lo afferma il
leader Pd Pierluigi Bersani in una intervista alla Stampa.
"Quanto a eventuali crisi, dico solo questo: penso che finche'
non saremo messi su binari solidi, abbiamo bisogno di non
prendere la responsabilita' di destabilizzare il Paese in un
momento cosi'. Non sarebbe capito da nessuno, ne' qui ne' in
giro per il mondo...". (AGI)
Ted
090955 GEN 12

NNNN
L.ELETTORALE: CECCANTI (PD), SPINTA DA PRESSING POPOLO
D'ALIA (UDC), BASTA AL BIPOLARISMO; PAESE NEL BARATRO
(ANSA) - ROMA, 9 GEN - ''Nessuno conosce davvero gli
orientamenti della Corte e secondo me sarebbe bene che gli
esponenti politici non facessero commenti su aspetti di
legittimit… istituzionale''. Lo dice al Messaggero Stefano
Ceccanti (Pd) a proposito della sentenza, attesa, della Consulta
sull'ammissibilit… del referendum per l'abrogazione della legge
elettorale.
''Se passa il s - spiega - ci sar… un pressing cos forte da
mettere in mora lo statu quo. Viceversa in caso di
inammissibilit… chi pu• fare riforma se viene tolta di mezzo la
pressione del referendum?''.
Non si sbilancia sull'esito della sentenza nemmeno Gianpiero
D'Alia, presidente del gruppo dell'Udc al Senato, e in
un'intervista al quotidiano di via del Tritone sottolinea che in
ogni caso ''tutto ci• che serve per smuovere le acque e
ammodernare il nostro sistema politico e istituzionale Š
benvenuto''. Due le priorita': ''restituire ai cittadini la
scelta dei propri rappresentanti'' e ''mettere definitivamente
la parola fine'' al bipolarismo, ''un sistema politico muscolare
che ha prodotto solo guai, al nostro Paese, trascinandolo nel
baratro della crisi''. (ANSA).

Y14/SB
09-GEN-12 10:41 NNNN
GOVERNO. BERSANI: SERVE UNA SEDE DI CONFRONTO CON GRUPPI CAMERE
DEFINIRE UN'AGENDA PER LE RIFORME ISTITUZIONALI E COSTITUZIONALI

(DIRE) Roma, 9 gen. - "Darsi un metodo" per semplificare il
lavoro del governo nel confronto con i partiti. Lo dice in
un'intervista alla Stampa il leader del Pd Pier Luigi Bersani
sottolineando che per superare la crisi bisogna dare impulso alla
crescita.
Il metodo a cui guarda Bersani prevede sulle questioni
internazionali un rapporto diretto tra Monti e i segretari dei
partiti, poi "una sede tra governo e gruppi parlamentari che
consenta di costruire l'agenda di lavoro e renderla effettiva", e
infine "un'iniziativa per definire un'agenda per le riforme
istituzionali e costituzionali".
Indipendentemente dall'esito del referendum, Bersani auspica
infine una nuova legge elettorale "meditata e migliore di quella
pessima che abbiamo oggi".

(Rai/ Dire)
11:12 09-01-12

NNNN

L.Elettorale/ Casini: Serve nuova legge a prescindere da Consulta
Tagliare 100 parlamentari per prossimo voto, poi 2/3 di oggi

Roma, 9 gen. (TMNews) - Il referendum? "A prescindere dalla
Consulta, la legge elettorale va cambiata comunque". Cos il
leader dell'Udc Pier Ferdinando Casini.

L'Udc per il proporzionale alla tedesca, ma non pochi vedono
con orrore l'idea di una Grosse Koalition. "E non li capisco",
risponde Casini in un'intervista all''Unit'. "Orrore dovrebbe
suscitarlo ripensare alle vecchie coalizioni, quelle con la Lega
e con Di Pietro".

In generale, per Casini, "pregiudiziale la riduzione dei
parlamentari" che sia "graduale e realistica": "Una riforma che
tagli per la prossima consultazione cento parlamentari e poi a
regime porti Senato e Camera a due terzi di quel che ora sono".

Ska

090921 gen 12

Nessun commento:

Posta un commento