Translate

lunedì 16 aprile 2012

Partiti/Tatarella a Monti: Italia vuole abrogazione finanziamento




Partiti/Tatarella a Monti: Italia vuole abrogazione finanziamento
"Incassare contributo rimborsi sarebbe uno schiaffo"

Roma, 16 apr. (TMNews) - "Presidente, fra poche settimane, se non
interverrà un immediato intervento legislativo, i partiti
incasseranno la penultima rata di contributo, pari a circa 100
milioni di euro. Questa eventualità sarebbe vissuta dalla
maggioranza degli italiani come uno schiaffo ai loro sacrifici e
alle loro sofferenze e acuirebbe in misura pericolosissima il
loro distacco dalle istituzioni e dalla democrazia. Sarebbe molto
bello, quindi, se, fra tante pesanti restrizioni imposte ai
cittadini, ve ne fosse oggi anche una, imposta ai partiti". È
quanto scrive l`europarlamentare di Fli, Salvatore Tatarella, in
una lettera inviata al presidente del Consiglio Mario Monti.

"La prego di voler considerare che oggi, in misura anche più
larga di ieri - sottolinea Tatarella -, la maggioranza degli
italiani sarebbe molto favorevole all'immediata abrogazione di
ogni forma di finanziamento pubblico dei partiti, anche in
considerazione del pesante debito pubblico, accumulatosi negli
anni, e delle gravi misure decise dal suo governo, nel difficile
tentativo di evitare il fallimento del Paese".

Red/Vep

161313 apr 12
PARTITI: TATARELLA (FLI) SCRIVE A MONTI, TRANCHE RIMBORSI SAREBBE SCHIAFFO ITALIANI =

Roma, 16 apr. (Adnkronos) - "Presidente, fra poche settimane, se
non interverra' un immediato intervento legislativo, i partiti
incasseranno la penultima rata di contributo, pari a circa 100 milioni
di euro. Questa eventualita' sarebbe vissuta dalla maggioranza degli
italiani come uno schiaffo ai loro sacrifici e alle loro sofferenze e
acuirebbe in misura pericolosissima il loro distacco dalle istituzioni
e dalla democrazia. Sarebbe molto bello, quindi, se, fra tante pesanti
restrizioni imposte ai cittadini, ve ne fosse oggi anche una, imposta
ai partiti". E' quanto scrive l'europarlamentare di Fli, Salvatore
Tatarella, in una lettera inviata al presidente del Consiglio Mario
Monti.

''Le cronache recenti - aggiunge - narrano di una disinvolta e
illegittima utilizzazione dei rimborsi elettorali da parte di alcuni
partiti a beneficio di distorte e assai discutibili finalita'
privatistiche, mentre i bilanci di tutti i partiti evidenziano
rilevanti avanzi di gestione e una cospicua liquidita' di cassa. Il
contributo erogato e' di gran lunga superiore alle reali necessita'
dei partiti. Questi fatti e queste cifre, che non hanno eguali in
tutta Europa, hanno provocato nuovo discredito internazionale,
attirato le censure di importanti organismi europei e alimentato
ulteriormente il vento dell'antipolitica".

''La prego di voler considerare che oggi, in misura anche piu'
larga di ieri - continua l'esponente di Fli - la maggioranza degli
italiani sarebbe molto favorevole all'immediata abrogazione di ogni
forma di finanziamento pubblico dei partiti, anche in considerazione
del pesante debito pubblico, accumulatosi negli anni, e delle gravi
misure decise dal suo governo, nel difficile tentativo di evitare il
fallimento del Paese".

(Pol/Ct/Adnkronos)
16-APR-12 13:08

NNNN

Nessun commento:

Posta un commento