Translate

martedì 29 novembre 2016

REFERENDUM. GRILLO: NAPOLITANO SMONTA BALLE RENZI, #GRAZIEGIORGIO - REFERENDUM. DI BATTISTA: SCHAEUBLE VOTA SI', ECCO CHI VUOLE RIFORME



REFERENDUM. DI BATTISTA: SCHAEUBLE VOTA SI', ECCO CHI VUOLE RIFORME
(DIRE) Roma, 29 nov. - "Schaeuble, ministro delle finanze tedesco
nonche' padre dell'austerity ha detto che voterebbe "Si'" al
referendum. Ecco chi vuole le riforme!". Cosi' Alessandro Di
Battista del M5s su twitter.
(Rai/ Dire)
17:11 29-11-16
NNNN
REFERENDUM: M5S, SCHAEUBLE PER IL SI'? DIMOSTRA CHE E' RIFORMA DEI POTERI FORTI =
Roma, 29 nov. (AdnKronos) - "L'indebito endorsement del ministro delle
Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, conferma che questa è la riforma
delle banche e dei poteri forti. Dopo Confindustria, Jp Morgan,
Marchionne, Agenzie di Rating e Obama, ora anche Berlino getta la
maschera". E' quanto affermano in una nota congiunta i parlamentari
M5s delle commissioni Affari costituzionali di Camera e Senato.
"E' ormai chiaro il disegno criminale di speculatori della finanza
internazionale senza scrupoli, che vorrebbero un'Unione europea
schiava delle grandi banche, a discapito dei diritti dei cittadini",
aggiungono i cinque stelle. (segue)
(Pol-Sai/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
29-NOV-16 17:08
NNNN
REFERENDUM: M5S, SCHAEUBLE PER IL SI'? DIMOSTRA CHE E' RIFORMA DEI POTERI FORTI (2) =
(AdnKronos) - Per i parlamentari pentastellati "è proprio per questo
motivo, per rispedire al mittente questa minaccia alla nostra
sovranità, contenuta nella riforma Boschi, dettata al governo
dall'alta finanza mondiale, che bisogna andare a votare in massa no al
referendum costituzionale del 4 dicembre".
''Noi vogliamo un'Europa dei diritti e non delle banche - concludono
gli esponenti Cinque Stelle - il signor Schaeuble non dovrebbe
occuparsi degli affari interni di un altro Stato, e dovrebbe
ricordarsi che l'Italia è ancora un Paese sovrano e indipendente e non
un satellite della Germania".
(Pol-Sai/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
29-NOV-16 17:08
NNNN
Referendum: Comitato No, su banche colpa non e' della Carta

ZCZC5839/SXA
XPP49436_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB
Referendum: Comitato No, su banche colpa non e' della Carta
(ANSA) - ROMA, 29 NOV - "Il governo scherza col fuoco, dando
alla Costituzione la colpa di una situazione che invece e' figlia
di scelte politiche sbagliate". Alfiero Grandi, vice presidente
vicario del Comitato per il No, commenta cosi' gli allarmi che
vengono lanciati in questi giorni su un possibile fallimento
delle banche italiane in caso di vittoria del No.
"Vale forse la pena ricordare anzitutto - spiega Grandi - che
la direttiva europea sul bail in (salvataggi delle banche) e'
stata recepita dal parlamento a tempo di record in appena 13
giorni e a bicameralismo paritario vigente. Coloro che hanno
approvato questa normativa si sono chiesti se era attuabile in
Italia? La Germania ha preteso e ottenuto di tenere le Casse
locali, una forza nell'economia del paese, sostanzialmente fuori
dalle regole europee; l'Italia invece ha approvato senza fiatare
e senza riflettere adeguatamente sulle proprie diversita'. Il
Governo se n'e' accorto? - continua il vice presidente del
Comitato per il No - Francamente non sembra visto che ad ogni
pie' sospinto continua a dire che ogni intervento e' bloccato
dalle norme europee, il che non e' neppure vero perche' un
intervento pubblico di salvataggio non e' affatto vietato, deve
solo avvenire con regole concordate. E certo e' difficile che
possa farlo un Presidente del Consiglio che ha consigliato a piu'
riprese di acquistare bond bancari che sono regolarmente
precipitati in borsa".
"Il governo - aggiunge Grandi - ha sbagliato gravemente sia
con la legge di trasformazione delle popolari in Spa, facendo un
regalo a chi brama di conquistarne il controllo, sia con le
modalita' del commissariamento delle 4 banche in difficolta'
(Banca Etruria in testa): fissando per legge il livello delle
percentuali di sofferenza ha creato un potenziale affare per
finanziarie speculative, come Algebris, e un effetto domino su
altre banche che hanno sofferenze nel campo dell'esigibilita'.
Il governo quindi ha agito come un dilettante allo sbaraglio, ha
messo sull'avviso la speculazione sulle banche e rinviando tutto
a dopo il referendum ha creato ad arte l'impressione che dal suo
esito dipenda il futuro delle banche, il che e' una vera
balla".(ANSA).
FEL-COM
29-NOV-16 16:52 NNNN
REFERENDUM. GRASSO: TROPPE FIDUCIE E DL MORTIFICANO RUOLO PARLAMENTO
OGGI FA FATICA PER FRAMMENTAZIONE PARTITI E TRASFORMISMO
(DIRE) Roma, 29 nov. - "Molti oggi affermano che siamo di fronte
ad una crisi strutturale del Parlamento e addirittura a un
problema di identita' delle assemblee elettive causato da fattori
politici e istituzionali. Sul piano politico, il Parlamento
fatica a svolgere il suo ruolo tradizionale di mediazione, per
una pluralita' di fattori: la frammentazione partitica e il
trasformismo parlamentare". Lo dice il presidente del Senato,
Pietro Grasso, intervenuto all'inaugurazione dell'edizione
2016-2017 del Master di secondo livello 'Parlamento e politiche
pubbliche', dell'Universita' Luiss.
La mediazione politica, sostiene Grasso, "si svolge sempre di
piu' al di fuori degli ordinari circuiti parlamentari e le forze
parlamentari sono costrette in un ruolo piu' passivo che attivo.
Le conseguenze di queste tendenze si avvertono non solo nel
rapporto fra Parlamento e Governo, ma anche in quello fra
elettori e rappresentanti. Alimentato della crisi etica dei
partiti- aggiunge il presidente del Senato- il senso di
disaffezione degli elettori nei confronti della politica si
ripercuote in maniera crescente sull'istituzione parlamentare e
investe la rappresentanza quale interprete e filtro dei bisogni e
degli interessi della cittadinanza".
Sul piano istituzionale inoltre, "il ruolo del Parlamento e'
sminuito in diversi ambiti. Nella produzione legislativa, le
forzature spesso imposte al procedimento parlamentare dal ricorso
strutturale alla decretazione d'urgenza e al voto di fiducia-
crede Grasso- mortificano il ruolo primario del Parlamento come
sede trasparente e pubblica di dibattito e conciliazione delle
istanze politiche, nonche' come luogo di ponderazione di
soluzioni alternative. Rispetto alle funzioni non legislative,
inoltre, i poteri di indirizzo e di controllo del Parlamento sono
fortemente limitati dal crescente rilievo di sedi decisionali,
quali le Banche centrali e le istituzioni finanziarie, sottratti
agli ordinari circuiti di controllo democratico".
(Sor/Dire)
16:39 29-11-16
NNNN
REFERENDUM. BRUNETTA: DIMISSIONI RENZI ANCHE SE VINCE IL SÌ, DISPERATO
(DIRE) Roma, 29 nov. - "Eravamo stati i primi, la scorsa
settimana, a raccontare le voci di Palazzo che facevano trapelare
la notizia di possibili dimissioni di Renzi qualche giorno prima
del voto costituzionale. Una mossa disperata per sparigliare le
carte e provare a recuperare qualche voto per il Si'. Oggi alcuni
quotidiani ben informati raccontano che il premier sarebbe
intenzionato a dimettersi anche in caso di, improbabilissima,
vittoria del Si'". Lo scrive su Facebook Renato Brunetta,
capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.
"Il presidente del Consiglio pro tempore deve essere proprio
alla canna del gas per raccontare e lasciar trapelare tutto e il
contrario di tutto", sottolinea.
(Lum/ Dire)
16:22 29-11-16
NNNN
REFERENDUM. MATTEOLI: RENZI E' COME MAIONESE IMPAZZITA
(DIRE) Roma, 29 nov. - "Da giorni Renzi e' come la maionese
impazzita. Evidentemente, le ultime rilevazioni sulle intenzioni
di voto poco confortanti lo spingono a un tour de force disperato
e a comportamenti fuori della norma per un presidente del
Consiglio". Lo dichiara il senatore di Forza Italia, Altero
Matteoli.
"Renzi ha una promessa per tutti, per ogni settore della
societa'- aggiunge- siano essi i pensionati o gli impiegati, le
imprese o i loro lavoratori. Stipula patti con i sindaci delle
maggiori citta' senza spiegare dove prende le risorse e nel suo
girovagare assicura, persino, che se passa il Si' ci saranno cure
migliori per i malati di cancro e di epatite C. Da ultimo, ha
fissato per domani, 30 novembre, l'appuntamento con i sindacati
per il rinnovo del contratto del pubblico impiego, nella speranza
di ripetere il risultato registrato alle Europee 2014 grazie ai
famosi 80 euro fatti giungere in busta paga alla vigilia del
voto. Gli italiani devono quindi assistere, loro malgrado,
all'invasione di Renzi di tutti i mezzi di comunicazione mentre
prosegue la sua forsennata presenza in ogni angolo del Paese alla
ricerca di una vittoria personale per legittimarsi al potere. Ci
conforta la certezza che gli elettori non si faranno condizionare
e voteranno - conclude Matteoli - per respingere una riforma
davvero malfatta e per ridimensionare un presidente del Consiglio
assiso al potere con una manovra di palazzo e senza il loro
consenso".
(Com/Vid/ Dire)
16:21 29-11-16
NNNN
REFERENDUM: RAGGI, PER RENZI SOLO MODO PER AVERE PIU' POTERE =
La sindaca di Roma alla Cbs, e' follia, democrazia e' diritto
che popolo ha di scegliere propri rappresentanti
Roma, (AdnKronos) - "E' pazzia, è follia, è ridicolo. La democrazia è
il diritto che il popolo ha di scegliere i propri rappresentanti''.
Così la sindaca di Roma Virginia Raggi in un'intervista rilasciata al
network statunitense Cbs sul Referendum costituzionale del 4 dicembre.
Per la sindaca di Roma il premier Renzi ''non vuole cambiare il paese
-dice nell'intervista- vuole solo più potere per poter fare quello che
vuole. Tutte le leggi che vuole senza avere una grande opposizione da
parte del parlamento'', conclude Raggi.
(Toa/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
29-NOV-16 16:47
NNNN

Sarà zona off limits anche per i parlamentari?


Referendum:1.600 seggi a Castelnuovo Porto per schede estero

ZCZC5757/SXA
XCI49216_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB
Referendum:1.600 seggi a Castelnuovo Porto per schede estero
10mila per operazioni spoglio che partiranno alle 12 di domenica
(ANSA) - ROMA, 29 NOV - Per le operazioni di spoglio delle
schede del referendum votate dagli italiani residenti all'estero
saranno allestiti 1.600 seggi presso il Centro polifunzionale di
Castelnuovo di Porto (Roma). Lo indica una circolare della
questura della Capitale.
A questi seggi lavoreranno 10mila persone tra scrutatori e
presidenti di seggio che arriveranno nella struttura a partire
delle 12 di domenica prossima. Prevista anche "una massiccia
presenza" di rappresentanti della stampa accreditati e dei
rappresentanti dei Comitati promotori dei Referendum. Ultimato
lo spoglio, le ulteriori operazioni elettorali si protrarranno
orientativamente fino al 18 dicembre.
Il 2, 3 e 4 dicembre le schede votate dagli italiani
all'estero giungeranno all'aeroporto di Fiumicino. Le schede,
subito dopo l'arrivo, saranno stoccate presso i magazzini
aeroportuali. Successivamente, saranno trasportate a bordo di
automezzi messi a disposizione da Roma Capitale a Castelnuovo di
Porto, dove saranno custodite in attesa delle operazioni di
spoglio.
In tutta la citta', indica la circolare, saranno predisposti
servizi di pattugliamento da parte di 1.500 unita' delle forze
dell'ordine, con controlli ed ispezioni continui presso gli
edifici sede delle 2.600 sezioni elettorali, nonche' presso gli
obiettivi istituzionali e di Governo, le sedi dei partiti
politici, dei quotidiani, delle organizzazioni sindacali, della
Rai e di altri obiettivi ritenuti sensibili. (ANSA).
NE
29-NOV-16 16:46 NNNN


REFERENDUM: MATTEOLI, RENZI DISPERATO TENTA REMAKE 80 EURO =
REFERENDUM: MATTEOLI, RENZI DISPERATO TENTA REMAKE 80 EURO =
Promette tutto a tutti e firma accordi senza avere soldi
Roma, 29 nov. (AdnKronos) - "Da giorni Renzi è come la maionese
impazzita. Evidentemente, le ultime rilevazioni sulle intenzioni di
voto poco confortanti lo spingono a un tour de force disperato e a
comportamenti fuori della norma per un presidente del Consiglio". Lo
dichiara il senatore di Forza Italia, Altero Matteoli. "Renzi ha una
promessa per tutti, per ogni settore della società -aggiunge- stipula
patti con i sindaci, senza spiegare dove prenderà le risorse e nel suo
girovagare assicura, persino, che se passa il Sì ci saranno cure
migliori per i malati di cancro e di epatite C".
"Da ultimo, ha fissato per domani, 30 novembre, l'appuntamento con i
sindacati per il rinnovo del contratto del pubblico impiego, nella
speranza di ripetere il risultato registrato alle Europee 2014 grazie
ai famosi 80 euro fatti giungere in busta paga alla vigilia del voto.
Gli italiani devono quindi assistere, loro malgrado, all'invasione di
Renzi di tutti i mezzi di comunicazione, mentre prosegue la sua
forsennata presenza in ogni angolo del Paese alla ricerca di una
vittoria personale per legittimarsi al potere.
"Ci conforta la certezza che gli elettori non si faranno condizionare
e voteranno -conclude Matteoli- per respingere una riforma davvero
malfatta e per ridimensionare un presidente del Consiglio assiso al
potere con una manovra di palazzo e senza il loro consenso".
(Pol-Ruf/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
29-NOV-16 16:29
NNNN
Referendum: Bonafede (M5S), con no spread su? E' terrorismo

ZCZC5305/SXA
OFI48801_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB
Referendum: Bonafede (M5S), con no spread su? E' terrorismo
(ANSA) - FIRENZE, 29 NOV - "Con la vittoria del no risale lo
spread? Io credo che chi dice questo fa il vero terrorismo
psicologico che viene fatto sui cittadini italiani". Lo ha detto
oggi a margine di un sopralluogo M5S sui cantieri della stazione
sotterranea per il nodo Av di Firenze il parlamentare
pentastellato Alfonso Bonafede.
"Ogni volta che in passato hanno spiegato che ci sarebbero
stati crolli dopo avvenimenti politici, questi non sono avvenuti
- ha aggiunto - doveva venire giu' tutto dopo Monti, dopo Letta,
ma l'unica cosa che ci siamo ritrovati e' stata di avere governi
sempre meno legittimati dai cittadini perche' sempre meno votati
o non votati affatto, governi peggiori. La vera svolta si potra'
dare quando finalmente ai cittadini sara' restituita la
possibilita' di andare alle urne e votare un governo migliore di
questo".
(ANSA).
Y2G-GRO/SPO
29-NOV-16 16:13 NNNN
M5S lancia chiusura campagna No, a Torino Grillo e sindaci

ZCZC5277/SXA
XPP48747_SXA_QBXB
U POL S0A QBXB
M5S lancia chiusura campagna No, a Torino Grillo e sindaci
Presente anche Raggi. Cristiano De Andre' tra ospiti kermesse
(ANSA) - ROMA, 29 NOV - "Il 2 dicembre siete tutti invitati a
Torino dove si concludera' il #TreNoTour, l'evento finale della
campagna del Movimento 5 stelle #IoDicoNo per votare NO al
prossimo referendum costituzionale. Ci troveremo tutti insieme
in Piazza San Carlo, a partire dalle ore 17 per difendere i
nostri diritti". E' quanto si legge in un post sul blog di Beppe
Grillo in cui il M5S lancia la campagna di chiusura della
campagna per il No.
"Ci sara' Beppe Grillo e tanti ospiti tra cui Cristiano De
Andre'. Ci saranno gli eletti del M5S in Parlamento, sia in
quello nazionale che Europeo. Gli eletti delle Regioni, dei
Comuni, i Sindaci come Chiara Appendino e Virginia Raggi, gli
attivisti, i cittadini, le donne, i bambini e tutti coloro che
hanno a cuore la Costituzione, il nostro futuro e quello del
nostro Paese", sottolinea il M5S che spiega: "Dalla stazione si
camminera' tutti insieme verso Piazza San Carlo dove ci sara' un
palco. Partecipare alla democrazia e' un diritto. Tutelare e
difendere la Costituzione un dovere". (ANSA).
KZ2
29-NOV-16 16:10 NNNN
REFERENDUM: CGIL VENETO, NO A SPECULAZIONI, DESTINO BANCHE NON DIPENDE DALL'ESITO =
Venezia, 29 nov. (AdnKronos) - "Gravissimo l'articolo del Financial
Times, rilanciato dalla stampa italiana, che indica che in caso di
vittoria del No al referendum del 4 dicembre, otto banche italiane
(Mps, Banca Popolare di Vicenza, Veneto Banca e le 4 banche: Etruria,
Marche, Chieti e Carife) sarebbero a rischio di fallimento. Il
conseguente ''effetto contagio'', inoltre, potrebbe compromettere la
ricapitalizzazione di Unicredit. Gravissimo perché chiaramente
motivato da intenti speculativi e fondato su una mistificazione: le
difficoltà di questi Istituti, diverse tra loro così come diverse
saranno le soluzioni che verranno messe in campo, nulla hanno a che
vedere con l'attuale Costituzione Italiana; ne consegue che,
tantomeno, potrebbero essere risolte da un'eventuale riforma
costituzionale". Lo sottolinea, in una nota, Chiara Canton segretaria
generale Fisac Cgil Veneto.
"Non si può mettere in pericolo l'interesse del Paese in nome di una
vittoria referendaria. Chiediamo quindi fermamente il massimo impegno
del Governo, delle istituzioni e delle forze politiche tutte perché si
torni ad un clima di normalità dialettica - auspica la Cgil del Veneto
- E' indispensabile scongiurare gli intenti speculativi sulle banche
italiane e, nel contempo, garantire un voto libero, consapevole e non
fuorviato da quegli scenari inquietanti, tutto arbitrari, che spesso,
in modo irresponsabile, vengono associati ad una vittoria del No. Ne
va dell'interesse di tutto il Paese, indipendentemente dall'esito del
voto referendario", conclude.
(Red- Dac/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
29-NOV-16 15:58
NNNN
REFERENDUM. D'ATTORRE: MINACCIA A ITALIA È AVVENTURISMO RENZI
(DIRE) Roma, 29 nov. - "Le continue apparizioni tv, le
esternazioni sui social, le conferenze stampa a getto continuo,
ultima quella di ieri sulla legge di bilancio, confermano che
l'avventurismo politico ed economico di Renzi e' oggi la
principale minaccia alla solidita' e credibilita' del Paese". Lo
afferma Alfredo D'Attorre dell'esecutivo nazionale di Sinistra
Italiana.
"In una congiuntura internazionale difficile- prosegue
l'esponente della sinistra- l'Italia avrebbe avuto bisogno di una
guida capace di unire le energie migliori per superare le attuali
regole europee e difendere l'interesse nazionale sui temi
cruciali, dalla tutela del risparmio al rilancio degli
investimenti pubblici. Invece ci troviamo da mesi con un Paese
paralizzato e lacerato, per effetto della sciagurata scelta del
governo di imporre sul cambiamento della Costituzione una sorta
di voto di fiducia ai cittadini, dopo aver espropriato il ruolo
del Parlamento. E' sempre piu' evidente che la vittoria del No
sia l'unica strada per ridare serenita' al Paese, per restituire
la discussione sulle regole democratiche fondamentali al
Parlamento e per indurre il prossimo governo a occuparsi con piu'
umilta' delle tante emergenze economiche e sociali irrisolte.
Solo cosi'- conclude D'Attorre- si potra' superare quella
percezione di fragilita' dell'Italia che in questi giorni si sta
acuendo sui mercati e di cui Renzi e' interamente responsabile".
(Com/Lum/ Dire)
15:51 29-11-16
NNNN
Referendum: blog Grillo, difendere Costituzione e' un dovere

ZCZC4994/SXA
XPP48408_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB
Referendum: blog Grillo, difendere Costituzione e' un dovere
(ANSA) - ROMA, 29 NOV - "Partecipare alla democrazia e' un
diritto. Tutelare e difendere la Costituzione un dovere. Il 2
dicembre ti aspettiamo a Torino". Cosi' il blog di Beppe Grillo
rilancia l'appuntamento di chiusura della campagna e fornisce i
dettagli della mobilitazione che parte alle 16 alla stazione di
Torino per poi arrivare alle 17 a piazza San Carlo.
"Ci saranno gli eletti del M5S in Parlamento, sia in quello
nazionale che Europeo. Gli eletti delle Regioni, dei Comuni, i
Sindaci come Chiara Appendino e Virginia Raggi, gli attivisti, i
cittadini, le donne, i bambini e tutti coloro che hanno a cuore
la Costituzione, il nostro futuro e quello del nostro Paese. La
manifestazione avra' inizio alle ore 16 dalla stazione di Torino
Porta Nuova, dove arriveranno i portavoce del M5S dall'ultima
tappa di un lungo tour di oltre 6 mila Km a bordo di treni
regionali e traghetti e che ha toccato 47 citta', tante quanti
gli articoli modificati della Costituzione, dove centinaia di
portavoce del M5S hanno incontrato decine di migliaia di
cittadini" spiega il blog che continua: "dalla stazione si
camminera' tutti insieme verso Piazza San Carlo dove ci sara' un
palco allestito che ospitera' i vari interventi e dove verranno
discusse tutte le ragioni del NO a questa schiforma della
Costituzione".(ANSA).
CHI
29-NOV-16 15:48 NNNN

Referendum:Savino, difensori austerita' Ue appoggiano Renzi

ZCZC5944/SXA
XPP49650_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB
Referendum:Savino, difensori austerita' Ue appoggiano Renzi
(ANSA) - ROMA, 29 NOV - "Chissa' se Renzi si e' chiesto come
mai i difensori dell'austerita' europea, quelli che non fanno
sconti all'Italia, come ad esempio il ministro delle Finanze
tedesco Wolfgang Schaeuble, si siano tutti dichiarati a favore
suo e del Si'. Perche' all'Europa conviene un'Italia debole, con
un premier debole come Renzi, con un Parlamento che non conta
nulla, mentre una Italia forte con un premier autorevole come
Berlusconi, che sapeva difendere gli interessi degli Italiani,
dava fastidio ai poteri forti internazionali e infatti hanno
complottato contro di lui". Lo afferma Elvira Savino, capogruppo
di Forza Italia in Commissione Politiche della Ue alla Camera.
(ANSA).
IRA-COM
29-NOV-16 17:03 NNNN
Referendum:M5S,no a sindaci part-time,Costituzione va difesa

ZCZC4975/SXA
XRM48469_SXA_QBXB
U POL S0A QBXB
Referendum:M5S,no a sindaci part-time,Costituzione va difesa
(ANSA) - ROMA, 29 NOV - "Questo parlamento non e'
politicamente legittimato a votare questa legge costituzionale.
Tantissimi parlamentari sono abusivi e non dovrebbero stare in
Parlamento. Il Pd difendeva Buzzi e Carminati, noi difendiamo la
Costituzione. Noi riteniamo che questa aula sia il luogo
perfetto per denunciare che i sindaci diventeranno part time e
noi questo non lo vogliamo. Invitiamo la sindaca Virginia Raggi
a rinunciare, come da lei gia' annunciato, all'incarico a Palazzo
Madama" in caso di vittoria del si'. Lo ha detto il capogruppo
del M5S Paolo Ferrara in Aula Giulio Cesare durante la seduta
sulla mozione per il no al referendum. (ANSA).
YJ4-RO
29-NOV-16 15:47 NNNN
REFERENDUM. DOMANI ROBERTO SPERANZA IN CALABRIA PER IL 'NO'
(DIRE) Roma, 29 nov. - Domani, mercoledi' 30 novembre, il leader
della sinistra Pd Roberto Speranza sara' in Calabria per un ciclo
di iniziative sui temi della Riforma Costituzionale.
Alle 11 sara' a Rende (Cs) all'Universita' della Calabria,
all'interno de Dipartimento Autogestito Multimediale, per
partecipare all'incontro 'Democrazia: dal consenso alla
partecipazione'.
Nel pomeriggio, alle 15.30, Speranza si spostera' a Crotone,
in Via Mario Nicoletta 28, dove prendera' parte alla
manifestazione: 'Verso il Referendum Costituzionale: le ragioni
del No'.
Infine, alle 17.30 presso la Casa delle Culture all'interno
del Palazzo della Provincia di Catanzaro, in Piazza Luigi Rossi,
partecipera' all'iniziativa 'Le ragioni del No al Referendum
Costituzionale'.
(Com/Pol/ Dire)
14:18 29-11-16
NNNN
REFERENDUM: GRILLO, NAPOLITANO SBUGIARDA RENZI, NON SI VOTA TAGLIO POLTRONE =
REFERENDUM: GRILLO, NAPOLITANO SBUGIARDA RENZI, NON SI VOTA TAGLIO POLTRONE =
Roma, 29 nov. (AdnKronos) - "Qualche giorno fa il vero autore della
riforma costituzionale, il bis presidente emerito Giorgio Napolitano è
andato in Tv da Vespa e ha smontato in meno di un minuto le balle più
grandi della propaganda di Renzi sul Sì: non si vota per tagliare le
poltrone dei parlamentari! Non si vota contro la casta!". Lo scrive
Beppe Grillo sul suo blog, dove riporta il video e il virgolettato del
Capo dello Stato emerito da Porta a Porta.
"Per il padre della riforma costituzionale è assurdo tagliare le
poltrone, capito? - scrive dunque il leader M5S - Renzi 'dà
liberamente' delle motivazioni, ma sono balle propagandistiche per
convincere gli indecisi. Chi voterebbe una riforma così? L'unica è
raccontargli cazzate, e in questo il presidente del Consiglio è il
numero uno. Si vota per quello che è scritto nella riforma: non si
tagliano i senatori, si taglia il diritto dei cittadini di votare i
senatori. Chapeau Napolitano, per la seconda volta. Essere sinceri,
ribadire l'appartenza alla Casta e sbugiardare Renzi in un colpo solo
non è da tutti. #GrazieGiorgio. Fate vedere a quante più persone
potete il video! Mancano 5 giorni al voto e informare tutti
correttamente è il nostro primo dovere", raccomanda Grillo.
(Ile/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
29-NOV-16 14:18
NNNN
REFERENDUM. GRILLO: NAPOLITANO SMONTA BALLE RENZI, #GRAZIEGIORGIO
REFERENDUM. GRILLO: NAPOLITANO SMONTA BALLE RENZI, #GRAZIEGIORGIO
NEL RACCONTARE C... RENZI E' IL NUMERO UNO
(DIRE) Roma, 29 nov. - "Meraviglioso! Grazie Giorgio per questo
lampo di sincerita'! Fatelo vedere ai vostri amici indecisi: dopo
state certi che voteranno NO!". Lo scrive su facebook Beppe
Grillo che rimanda a un suo post pubblicato sul blog dal titolo
'Napolitano sbugiarda Renzi: non si vota per tagliare le poltrone
#GrazieGiorgio'.
"Qualche giorno fa- scrive sul blog- il vero autore della
riforma costituzionale, il bis presidente emerito Giorgio
Napolitano e' andato in Tv da Vespa e ha smontato in meno di un
minuto le balle piu' grandi della propaganda di Renzi sul Si':
non si vota per tagliare le poltrone dei parlamentari! Non si
vota contro la casta!".
"Riportiamo nel video sopra e testualmente di seguito-
prosegue il leader M5s- quanto affermato dal bis-emerito: 'Si
vota quello che e' scritto nella legge (di riforma
costituzionale, ndr). Su quello si vota. E non si vota nemmeno
per le motivazioni che il presidente del Consiglio da'
liberamente di questa riforma. Io per esempio non ritengo affatto
che si debba considerare uno dei motivi e uno degli obiettivi
della riforma tagliare il numero dei parlamentari. L'obiettivo
non e' tagliare, come si dice un po' assurdamente, le poltrone
dei parlamentari. Perche' se no qui arriviamo a delle conseguenze
molto pericolose con questo tipo di argomentazioni. Io non
condivido quelle motivazioni'".(SEGUE)
(Vid/ Dire)
13:33 29-11-16
NNNN
REFERENDUM. GRILLO: NAPOLITANO SMONTA BALLE RENZI, #GRAZIEGIORGIO -2-
REFERENDUM. GRILLO: NAPOLITANO SMONTA BALLE RENZI, #GRAZIEGIORGIO -2-
(DIRE) Roma, 29 nov. - "Per il padre della riforma
costituzionale- dice ancora Grillo- e' assurdo tagliare le
poltrone, capito? Renzi 'da' liberamente' delle motivazioni, ma
sono balle propagandistiche per convincere gli indecisi. Chi
voterebbe una riforma cosi'? L'unica e' raccontargli cazzate, e
in questo il presidente del Consiglio e' il numero uno. Si vota
per quello che e' scritto nella riforma: non si tagliano i
senatori, si taglia il diritto dei cittadini di votare i
senatori".
"Chapeau Napolitano, per la seconda volta- continua-. Essere
sinceri, ribadire l'appartenza alla Casta e sbugiardare Renzi in
un colpo solo non e' da tutti. #GrazieGiorgio. Fate vedere a
quante piu' persone potete il video! Mancano 5 giorni al voto e
informare tutti correttamente e' il nostro primo dovere".
(Vid/ Dire)
13:33 29-11-16
NNNN