Translate

domenica 19 marzo 2017

Nomine: F.Boccia, Renzi occupa Stato come fosse suo


Nomine: F.Boccia, Renzi occupa Stato come fosse suo


ZCZC1110/SXA
XPP65665_SXA_QBXB
R POL S0A QBXB
Nomine: F.Boccia, Renzi occupa Stato come fosse suo
(ANSA) - ROMA, 19 MAR - "Siamo a fine legislatura e in una
situazione di incertezza, la grammatica istituzionale avrebbe
consigliato di rinviare tutto quel che era rinviabile, come fece
Prodi all' inizio del 2008, lasciando a Berlusconi, che poi
vinse le elezioni, nominare i vertici delle partecipate. Ma
stiamo parlando di uno statista. La sensazione e' che siamo
circondati da uomini piccoli, stressati dal brevissimo termine.
Segnalo che Padoan, che doveva essere il garante, non ha
garantito alcunche'. Anzi, ha partecipato con uomini suoi alla
spartizione. E' evidente che con queste nomine si e' sancito un
principio gravissimo: che per il governo in carica il segretario
del Pd e' ancora Renzi. E' quel tipo di arroganza che si reitera
senza sosta dal dicembre 2013. Noi, con Michele Emiliano, siamo
stanchi dell'opacita' che caratterizza le scelte finanziarie e le
principali politiche economiche. Tutto questo non va piu'
consentito: in queste ore si e' superato il livello della
decenza. Dico ai nostri elettori che abbiamo una sola strada:
mandare a casa Renzi con le primarie e con lui questo modo di
occupare lo Stato come fosse proprieta' privata". Cosi' Francesco
Boccia, presidente della commissione Bilancio della Camera e
sostenitore di Michele Emiliano al congresso. (ANSA).
PH
19-MAR-17 12:46 NNNN