Translate

lunedì 5 giugno 2017

MAFIA: PM DI MATTEO, PREOCCUPATO PER BENEFICI A BOSS MAFIOSI =





MAFIA: PM DI MATTEO, PREOCCUPATO PER BENEFICI A BOSS MAFIOSI =
Lo aveva detto il pm della trattativa pochi giorni fa durante un
convegno alla Camera
Palermo, 5 giu. (AdnKronos) - "Mi preoccupa sentire ancora oggi
parlare ripetutamente dell'opportunità di abolire l'ergastolo
cosiddetto ostativo anche per i mafiosi. Mi preoccupa sentire parlare
della possibilità di allargare l'applicabilità di benefici
penitenziari di varia natura, anche ai detenuti per reati di mafia".
Un timore espresso dal pm antimafia Nino Di Matteo, titolare del
processo sulla trattativa tra Stato e mafia, appena quattro giorni fa,
durante il convegno 'Questioni e visioni di giustizia, Prospettive di
Riforma', organizzato dal M5S alla Camera dei Deputati. Parole che
oggi tornano di attualità, proprio dopo la decisione della Corte di
Cassazione che apre alla possibilità di un differimento della pena o
della concessione degli arresti domiciliari per il boss mafioso Totò
Riina, in relazione alle sue condizioni di salute. Una vicenda che
sembrerebbe confermare proprio i timori espressi alla Camera del
magistrato.
"Mi preoccupo perché so bene, con l'esperienza che ho maturato in
tanti anni di processi, che l'ergastolo e il 41 bis da sempre sono
state le principali spine nel fianco per Cosa Nostra, tanto che
l'abolizione dell'ergastolo e l'abolizione del 41 bis erano certamente
tra gli oggetti principali delle richieste che i capi della mafia
facevano allo Stato nella vicenda del cosiddetto Papello per smettere
di fare stragi, per cessare la strategia stragista inaugurata con
l'omicidio Lima e poi proseguita fino al fallito attentato
all'Olimpico di Roma nel Gennaio del 1994 - aveva lamentato il
magistrato nel corso del convegno - E allora facciamo attenzione
perché credo, e lo credo anche ovviamente sulla base dell'esperienza
quotidiana di investigazione, che ancora oggi molti dei capi della
mafia che potrebbero pensare di iniziare a collaborare con la
Giustizia, e magari sarebbero anche in grado di farci fare un salto di
qualità nell'indagine, trovano una controspinta a questa scelta per
loro così difficile, nella speranza alimentata da queste discussioni e
progetti di Legge che lo stato possa rivedere la disciplina e la
normativa sull'ergastolo e il 41 bis".
 (segue)
(Ter/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
05-GIU-17 18:34
NNNN
MAFIA: PM DI MATTEO, PREOCCUPATO PER BENEFICI A BOSS MAFIOSI (2) =
'Bisogna mantenere gli strumenti che sono stati via via
adottati'
(AdnKronos) - "Ma come fare il salto di qualità? Bisogna mantenere
quindi gli strumenti che sono stati via via adottati. Dobbiamo
superare un pericolosissimo pregiudizio ideologico, quello che ancora
oggi fa ritenere le fattispecie di concorso esterno come meno gravi in
rispetto ad ogni situazione di appartenenza formale - aveva aggiunto
il pm Antonino Di Matteo - Dobbiamo superare quel pregiudizio che non
tenendo conto della enorme gravità di certe condotte, ancora porta la
previsione di pene molto più basse per il reato di voto in scambio
politico elettorale mafioso (416 ter), rispetto all'ipotesi prevista
dal 416 bis dell'appartenenza anche soltanto formale o residuale di un
uomo d'onore all'organizzazione mafiosa".
E ancora: "
Dobbiamo capire bene come affrontare da un punto di vista
legislativo la tematica del voto dello scambio politico elettorale
mafioso ed evitare il ripetersi di certi errori, come un errore a mio
parere si è rivelata l'approvazione della legge sul 416 ter in questa
legislatura, che di fatto per come è stata concepita e scritta, ha
segnato addirittura un passo indietro rispetto alla precedente, tanto
che alcuni processi per 416 ter che si erano conclusi precedentemente
con la condanna, a seguito della introduzione del nuovo testo, sono
stati poi oggetto di riforma in Cassazione e di assoluzione definitiva
dell'imputato".
(Ter/AdnKronos)
ISSN 2465 - 1222
05-GIU-17 18:34
NNNN