Translate

mercoledì 26 settembre 2018

Aldrovandi: la mamma, e' il simbolo della battaglia per i diritti =



MERCOLEDÌ 26 SETTEMBRE 2018 18.38.09
POLIZIA

Aldrovandi: la mamma, e' il simbolo della battaglia per i diritti =

(AGI) - Bologna, 26 set. - "Piu' passa il tempo e piu' Federico diventa il simbolo di una battaglia ancora molto lunga da combattere per i diritti civili e la giustizia. Siamo ancora molto lontani dal raggiungere i traguardi sperati. Le cose sono andate malissimo dal punto di vista dei risultati 'istituzionali' mentre e' stata fondamentale e bellissima la risposta della societa' civile": e' il bilancio di Patrizia Moretti, madre di Federico Aldrovandi, a 13 anni dalla scomparsa del figlio morto a soli 18 anni, il 25 settembre 2005, dopo un controllo di polizia in un parco pubblico a Ferrara. I quattro agenti intervenuti in via dell'Ippodromo, Enzo Pontani, Paolo Forlani, Luca Pollastri e Monica Segatto sono stati condannati in via definitiva per 'eccesso colposo nell'utilizzo della forza in omicidio colposo'. In Comune a Ferrara, questa mattina, e' stato presentato il tradizionale concerto "Musica per Federico" in programma sabato prossimo sul montagnone di viale Alfonso I d'Este per ricordare 'Aldro' con tutti i colori della musica. Sul palco, tra gli altri, saliranno i cantanti dello Stato Sociale per concludere il loro tour contraddistinto dall'installazione "Aldro vive" che ha fatto il giro in tutta Italia. Saranno presenti anche Ilaria Cucchi per raccontare il film "Sulla mia pelle" dedicato al fratello Stefano, l'avvocato Fabio Anselmo che presentera' il suo libro "Federico" ed una rappresentanza di Amnesty International. "Se fino alla conclusione dei processi, questi concerti volevano chiedere verita' per Federico - ha spiegato Patrizia Moretti intervistata dall'Agi - ora celebrano il suo ricordo, la sua persona, come testimonia il manifesto di quest'anno con tutti i colori negli occhi di mio figlio. Vorremmo legare il nome di Federico a tutto quello che di bello e di buono si e' mosso intorno a questa vicenda. Mi riferisco ai tanti amici e alle numerose associazioni che si sono attivate per ricordare mio figlio e quello che gli e' successo". (AGI) Bo1/Car (Segue) 261837 SET 18 NNNN
MERCOLEDÌ 26 SETTEMBRE 2018 18.38.22
POLIZIA

Aldrovandi: la mamma, e' il simbolo della battaglia per i diritti (2)=

(AGI) - Bologna, 26 set. - Quali sono i punti critici in tema di diritti civili? "Intanto - ha risposto la madre di Aldrovandi - noi abbiamo chiesto, piu' volte, che i quattro agenti condannati venissero radiati dalla polizia, invece, sono tornati in servizio. Poi la legge sulla tortura mi sembra un flop e non corrisponde a quanto avremmo voluto. Infine, sono state introdotte in Italia, nuove armi per le forze dell'ordine, come il taser". Dopo un lungo periodo di battaglie in cui si e' messa in gioco in prima persona, qualche anno fa lei scelse di 'defilarsi' dal dibattito pubblico cancellandosi, ad esempio, da Facebook. Ora la 'voce' di Federico da chi e' rappresentata? "La mia fu una scelta di sopravvivenza. Mi trovavo continuamente addosso diverse persone - ha spiegato Patrizia Moretti - tra cui alcuni rappresentanti dei sindacati di polizia in cerca di notorieta' e di una 'carriera politica'. A queste persone non avevo piu' nulla da dire. Ora la 'portavoce' di Federico e' l'Associazione che porta il suo nome. Io e Lino saremo sempre i genitori di Federico. L'Associazione rappresenta il futuro ed e' ormai 'la voce' di mio figlio". Alla serata per ricordare Federico partecipera' anche Ilaria Cucchi per raccontare "Sulla mia pelle", il film sugli ultimi giorni di vita del fratello Stefano. "Sono molto contenta del successo che sta ottenendo il film. Le nostre - ha concluso - sono storie parallele. Sono vicende che l'opinione pubblica deve sapere. L'unico modo di ottenere un processo per quanto successo a Federico e' stata la ribalta mediatica". (AGI) Bo1/Car 261837 SET 18 NNNN

Nessun commento:

Posta un commento