Translate

giovedì 18 luglio 2019

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 11 giugno 2019 Autorizzazione al Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca all'avvio delle procedure di reclutamento per docenti di scuola dell'infanzia e primaria per un totale di n. 16.959 posti, di cui n. 10.624 per l'anno scolastico 2020/2021 e n. 6.335 per l'anno scolastico 2021/2022. (19A04656) (GU n.167 del 18-7-2019)

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 11 giugno 2019

Autorizzazione al Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della
ricerca all'avvio delle procedure  di  reclutamento  per  docenti  di
scuola dell'infanzia e primaria per un totale di n. 16.959 posti,  di
cui n. 10.624 per l'anno scolastico 2020/2021 e n. 6.335  per  l'anno
scolastico 2021/2022. (19A04656)
(GU n.167 del 18-7-2019)

                            IL PRESIDENTE
                     DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

  Visto il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297,  e  successive
modificazioni ed integrazioni, recante approvazione del  testo  unico
delle disposizioni legislative  vigenti  in  materia  di  istruzione,
relative alle scuole di ogni ordine e grado;
  Vista la legge 13 luglio 2015,  n.  107,  recante  la  riforma  del
sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino
delle disposizioni legislative vigenti;
  Visti,  in  particolare,  gli  articoli  399  e  400  del   decreto
legislativo n. 297 del 1994, relativi rispettivamente all'accesso  ai
ruoli del personale docente e ai concorsi per titoli ed esami;
  Visto il decreto-legge 25 giugno  2008,  n.  112,  convertito,  con
modificazioni,  dalla  legge  6  agosto   2008,   n.   133,   recante
disposizioni urgenti per lo sviluppo economico,  la  semplificazione,
la competitivita', la stabilizzazione della  finanza  pubblica  e  la
perequazione  tributaria,  e  in  particolare  l'art.  64  che   reca
disposizioni in materia di organizzazione scolastica;
  Visto il decreto-legge  6  luglio  2011,  n.  98,  convertito,  con
modificazioni, dalla legge 15  luglio  2011,  n.  111,  e  successive
modificazioni,    concernente    disposizioni    urgenti    per    la
stabilizzazione finanziaria e  in  particolare  l'art.  19  che  reca
disposizioni in materia di  razionalizzazione  della  spesa  relativa
all'organizzazione scolastica;
  Visto il decreto-legge 12  luglio  2018,  n.  87,  convertito,  con
modificazioni, dalla legge 9 agosto 2018, n. 96, recante disposizioni
urgenti per  la  dignita'  dei  lavoratori  e  delle  imprese  e,  in
particolare, l'art. 4,  riguardante,  tra  l'altro,  disposizioni  in
merito alla copertura dei posti  di  docente  vacanti  e  disponibili
nella scuola dell'infanzia e nella scuola primaria;
  Visto il decreto-legge 28  gennaio  2019,  n.  4,  convertito,  con
modificazioni, dalla  legge  28  marzo  2019,  n.  26,  recante,  tra
l'altro, disposizioni urgenti in materia di pensioni;
  Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n.  165,  e  successive
modificazioni ed integrazioni, ed in particolare l'art. 35, comma  4,
secondo cui, a fronte  delle  determinazioni  relative  all'avvio  di
procedure di reclutamento, adottate  da  ciascuna  amministrazione  o
ente sulla base della  programmazione  triennale  del  fabbisogno  di
personale, con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri,  di
concerto  con  il  Ministro  dell'economia  e  delle  finanze,   sono
autorizzati  l'avvio  delle  procedure  concorsuali  e  le   relative
assunzioni del personale delle amministrazioni dello Stato, anche  ad
ordinamento  autonomo,  delle  agenzie  e  degli  enti  pubblici  non
economici;
  Visto l'art. 39, commi 3 e 3-bis, della legge 27 dicembre 1997,  n.
449, recante misure per la stabilizzazione  della  finanza  pubblica,
che disciplina le procedure di  autorizzazione  ad  assumere  per  le
amministrazioni dello Stato applicabili con riferimento al  personale
scolastico;
  Vista la nota  del  Ministro  dell'istruzione,  dell'universita'  e
della ricerca, prot. n. 49409 del 9 novembre 2018, con  la  quale  e'
stata chiesta l'autorizzazione ad avviare procedure  concorsuali  per
titoli ed esami per diecimilacentottantre posti di personale  docente
della      scuola      dell'infanzia       e       primaria,       di
cui cinquemilaseicentoventisei posti                           comuni
e quattromilacinquecentocinquasette posti di sostegno, corrispondente
alle esigenze di organico del biennio 2020/2022;
  Vista la nota del Gabinetto del  Ministero  dell'economia  e  delle
finanze del 23 maggio 2019, prot. n. 9755, che trasmette la nota  del
5  aprile  2019,  prot.  n.  6574,  di  trasmissione   al   Ministero
dell'istruzione, dell'universita' e  della  ricerca  della  nota  del
Dipartimento della Ragioneria generale dello  Stato  -  IGOP  del  1°
aprile 2019, prot. n. 57784, con la quale il Ministero  dell'economia
e delle finanze, a seguito di chiarimenti ottenuti per le  vie  brevi
dal Ministero  dell'istruzione,  dell'universita'  e  della  ricerca,
esprime  parere  favorevole   all'autorizzazione   dell'avvio   delle
procedure       concorsuali       per       un       totale        di
sedicimilanovecentocinquantanove posti  di  personale  docente  della
scuola dell'infanzia e primaria, di cui diecimilaseicentoventiquattro
per l'anno scolastico  2020/2021  e  seimilatrecentotrentacinque  per
l'anno scolastico 2021/2022;
  Preso atto che, con la suddetta nota del 1° aprile 2019,  prot.  n.
57784, viene specificato che la  numerosita'  dei  posti  da  bandire
viene incrementata di n. seimilasettecentosettantasei posti, passando
da diecimilacentoottantatre  a sedicimilanovecentocinquantanove   per
tenere conto delle maggiori cessazioni  conseguenti  le  disposizioni
urgenti in materia pensionistica di cui al citato decreto-legge n.  4
del 2019;
  Ritenuto di poter autorizzare l'avvio delle suddette  procedure  di
reclutamento    in    favore    del    Ministero     dell'istruzione,
dell'universita' e della ricerca, ai sensi dell'art. 35, comma 4, del
decreto  legislativo  30  marzo  2001,  n.  165  per  un  totale   di
sedicimilanovecentocinquantanove posti  di  personale  docente  della
scuola dell'infanzia e primaria, di cui diecimilaseicentoventiquattro
per l'anno  scolastico  2020/2021  e seimilatrecentotrentacinque  per
l'anno scolastico 2021/2022;
  Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri in  data
27 giugno 2018 che dispone la delega di funzioni al Ministro  per  la
pubblica amministrazione sen. avv. Giulia Bongiorno;
  Di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze;

                              Decreta:

  1. Il Ministero dell'istruzione, dell'universita' e  della  ricerca
e'  autorizzato,  ai  sensi  dell'art.  35,  comma  4,  del   decreto
legislativo 30 marzo  2001,  n.  165,  ad  avviare,  per  il  biennio
scolastico 2020/2022, procedure concorsuali per il reclutamento,  nei
limiti     delle     risorse     finanziarie     disponibili,      di
sedicimilanovecentocinquantanove posti  di  personale  docente  della
scuola dell'infanzia e primaria, di cui diecimilaseicentoventiquattro
per l'anno  scolastico  2020/2021  e seimilatrecentotrentacinque  per
l'anno scolastico 2021/2022.
  2. Ai fini delle assunzioni del personale di cui al comma 1 restano
ferme le procedure di autorizzazione previste dall'art. 39, commi 3 e
3-bis, della legge 27 dicembre 1997, n. 449,  nell'ambito  dei  posti
effettivamente vacanti e disponibili.
  Il presente decreto, previa registrazione da parte della Corte  dei
conti, sara' pubblicato nella  Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica
italiana.
    Roma, 11 giugno 2019

                                             p. Il Presidente       
                                        del Consiglio dei ministri   
                                               Il Ministro           
                                      per la pubblica amministrazione
                                                Bongiorno           
Il Ministro dell'economia
     e delle finanze
           Tria

Registrato alla Corte dei conti il 2 luglio 2019
Ufficio controllo atti  P.C.M.  Ministeri  della  giustizia  e  degli
affari esteri e della cooperazione internazionale,  reg.ne  succ.  n.
1406

Nessun commento:

Posta un commento