Translate

mercoledì 25 luglio 2012

LUSI: FIORONI; MULTE? HA SBAGLIATO LUI,DOVEVA FARE RICORSO

LUSI: FIORONI; MULTE? HA SBAGLIATO LUI,DOVEVA FARE RICORSO
'L'AUTO NON ERA MIA, VENIVA USATA PER FARE POLITICA'
(ANSA) - ROMA, 25 LUG - ''Questa storia mi ha proprio
scassato le balle. La macchina non era mia, era della
Margherita. Le multe di Fioroni non esistono''. L'esponente del
Pd Giuseppe Fioroni, intervistato da Repubblica, commenta cosi'
la nota spese in cui l'ex tesoriere della Margherita, Luigi
Lusi, ha segnato una voce, ''Fioroni: multe'', da 11.811 euro
per il 2010 e 24.784 euro per il 2011.
''Ho rinunciato da sempre alla tutela della polizia
appoggiandomi ad ausiliari di pubblica sicurezza del partito per
risparmiare, dipendenti del Pd o della Margherita che mi fanno
da scorta'', spiega Fioroni. ''C'e' un decreto con cui il
Viminale dispone che io sia accompagnato da queste persone, che
sono armate e hanno lampeggiante e paletta''.
In questa situazione, prosegue l'ex ministro, ''per annullare
le sanzioni bisogna presentare la certificazione. Evidentemente
alla Margherita nessuno l'ha fatto. Lusi avra' ritenuto di
doverle pagare. Comunque - sottolinea - ai pm ho spiegato tutto.
Con il Pd non ho mai preso una multa, o meglio, quelle che ho
preso sono state annullate''.
Le multe in questione ''non so se davvero sono mie o se c'e'
scritto il mio nome per coprire qualcos'altro. In due anni con
quella macchina ho fatto 240mila chilometri'', dichiara Fioroni.
L'auto ''veniva usata per fare politica. Se devo andare a un
convegno, non posso rimanere bloccato nel traffico. E' anche per
una questione di sicurezza. Si cambiano i percorsi, si passa col
rosso, si accelera, si fanno le preferenziali''. (ANSA).

Y89/SB
25-LUG-12 10:00 NNNN
CASO LUSI: FIORONI, MULTE? EX TESORIERE NON HA FATTO RICORSO =

Roma, 25 lug. - (Adnkronos) - "Questa storia mi ha proprio
scassato le balle. La macchina non era mia, era della Margherita. Le
multe di Fioroni non esistono". Giuseppe Fioroni, del Pd, in
un'intervista a 'la Repubblica' interviene sull'inchiesta Lusi e sul
caso delle multe che nel bilancio della Margherita erano attribuite a
lui per un importo di 11.811 euro nel 2010 e di oltre 24mila euro
nell'anno successivo. "Non so -dice- se davvero sono mie o se c'e'
scritto il mio nome per coprire qualcos'altro. In due anni con quella
macchina ho fatto 240 chilometri".

Ma Fioroni puntualizza che la vicenda "e' il colmo per uno come
me che da sempre, da quando stavo al ministero, ha rinunciato alla
tutela della polizia, appoggiandosi ad ausiliari di pubblica sicurezza
del partito per risparmiare". E la macchina in questione "non e' la
mia auto personale - sottolinea - veniva usata per fare politica, mica
la spesa. Se devo andare a un convegno, non posso rimanere nel
traffico. E' anche una questione di sicurezza. Si cambiano i percorsi,
si passa col rosso, si accelera, si fanno le preferenziali".

Dunque "se uno ha la tutela della prefettura e' a posto. Se
invece, come ho fatto, io per far risparmiare lo Stato decidi di
affidarti a personale del partito, per annullare le sanzioni bisogna
presentare la certificazione. Evidentemente alla Margherita nessuno lo
ha fatto. Lusi avra' ritenuto di doverle pagare. Comunque, ai pm ho
spiegato tutto. Con il Pd - aggiunge - non ho mai preso una multa,
meglio, quelle che ho preso sono state annullate. Il Pd ha esibito la
documentazione".

(Pol/Zn/Adnkronos)
25-LUG-12 08:50

NNNN
 

Nessun commento:

Posta un commento