Translate

mercoledì 25 luglio 2012

MINORENNI SI SPACCIANO PER POLIZIOTTI E MINACCIANO UTENTE SKYPE




MINORENNI SI SPACCIANO PER POLIZIOTTI E MINACCIANO UTENTE SKYPE =
(AGI) - Roma, 25 lug. - Si qualificavano su Skype agenti della
Polizia di Stato in forza presso il Compartimento di Polizia
Postale e delle Comunicazioni di Roma e, dopo aver lanciato
accuse ad un utente di avere scaricato materiale
pedopornografico, lo hanno offeso pesantemente. Protagonisti
del fatto tre minorenni che per scherzo, avevano iniziato a
spacciarsi per poliziotti tra di loro; poi, pero', il gioco e'
andato oltre, quando hanno deciso di aprire su Skype una
conversazione congiunta con un estraneo preso a caso,
qualificandosi appunto come agenti che, per doveri
istituzionali e dietro segnalazione ricevuta da quello che
indicavano come il Comando generale della Polizia Postale di
Roma, stavano lavorando per individuare soggetti coinvolti nei
reati di detenzione, cessione e divulgazione di materiale
pedopornografico. (AGI)
Red/Oll (Segue)
251452 LUG 12

NNNN
MINORENNI SI SPACCIANO PER POLIZIOTTI E MINACCIANO UTENTE SKYPE (2)=
(AGI) - Roma, 25 lug. - Vista la resistenza e lo scetticismo
del malcapitato, i tre ragazzi non hanno lesinato pesanti
offese; quello che non immaginavano, pero', e' che questo gioco
pericoloso, dopo una puntuale segnalazione dell'utente, che ha
fornito al Compartimento anche le stampate delle conversazioni,
avrebbe portato alla loro individuazione in provincia di
Catania. Grande stupore e scuse sincere alla Polizia ed alla
parte offesa ha espresso la madre del piu' aggressivo dei tre
ragazzi, intestataria dell'utenza telefonica servita per la
connessione. (AGI)
Red/Oll
251452 LUG 12

NNNN

Nessun commento:

Posta un commento