Translate

mercoledì 3 ottobre 2012

CRISI: ALLARME MEDICI, ITALIANI NON SI CURANO E SALUTE PEGGIORA


CRISI: ALLARME MEDICI, ITALIANI NON SI CURANO E SALUTE PEGGIORA =
(AGI) - Villasimius (Cagliari), 3 ott. - La crisi nuoce alla
salute degli italiani. Stressati, preoccupati, ansiosi di
cercare lavoro o di non perdere quello faticosamente
conquistato, sempre piu' persone rinunciano alle cure o le
rimandano a tempi migliori, con la conseguenza che lo stato
psicofisico inevitabilmente peggiora. E' l'allarme lanciato dai
medici di famiglia nel corso del congresso della federazione
dei medici di medicina generale (Fimmg) a Villasimius.
un'indagine del centro studi Fimmg fotografa una situazione
allarmante: il 64,6% dei medici nota che i pazienti, a causa
della crisi economica, trascurano il proprio stato di salute.
Una percentuale che sale al 71,6% al Sud e nelle Isole. (AGI)
Pgi (Segue)
031043 OTT 12

CRISI: ALLARME MEDICI, ITALIANI NON SI CURANO E SALUTE PEGGIORA (2)=
(AGI) - Villasimius (Cagliari), 3 ott. - Il 67,6% constata che
i pazienti, a causa delle ristrettezze economiche, non vanno
dal dentista per non pagare le prestazioni mentre il 64,7% ha
l'impressione che, per timore di mettersi in cattiva luce con
il datore di lavoro, rinuncia ad assentarsi qualche ora per
effettuare accertamenti medici, anche se necessari. Per il 55,9
per cento i pazienti rinunciano ad andare dal medico per
dedicarsi a incombenze piu' importanti, e l'88% dei medici vede
i propri pazienti stressati. Risultato: quasi la meta' dei
medici ritiene che la salute dei propri pazienti sia peggiorata
rispetto a prima della crisi, con picchi del 56,8 per cento al
sud e nelle isole, del 62,6 per cento nelle Asl dove e'
diminuita l'occupazione e del 63,2 per cento in quelle a
maggior malessere sociale. (AGI)
Pgi (Segue)
031043 OTT 12

NNNNCRISI: ALLARME MEDICI, ITALIANI NON SI CURANO E SALUTE PEGGIORA (3)=
(AGI) - Villasimius (Cagliari), 3 ott. - "L'indagine conferma
anzitutto che il medico di medicina generale e' un'efficace
sentinella di quanto accade sul territorio del nostro Paese -
spiega Paolo Misericordia, responsabile del Centro studi Fimmg
- i risultati della ricerca dimostrano che la crisi incide sul
destino della salute della popolazione, che aumenta le
diseguaglianze accentuando la divaricazione dei contesti
sociali, che e' in grado di condizionare il lavoro e la
funzione del medico di medicina generale. Complessivamente gli
italiani stanno peggio, rinunciano a curarsi, hanno la
priorita' del lavoro e rimandano le cure con ripercussioni
potenzialmente devastanti, tutte da valutare". (AGI)
Pgi
031043 OTT 12

NNNN

Nessun commento:

Posta un commento