Translate

martedì 13 marzo 2012

FISCO: PILI (PDL), IMU SU FABBRICATI E TERRENI AGRICOLI LETALE PER AGRICOLTURA


AGRICOLTURA: COLTIVATORI IN PIAZZA A ROMA CONTRO 'SALASSO' IMU E CARO GASOLIO =
GRIDO DI ALLARME DI CONFAGRICOLTURA, CIA E COPAGRI

Roma, 13 mar. (Adnkronos) - Gli agricoltori non ci stanno a
pagare l'Imu 5 volte in piu' rispetto all'Ici del passato. Non ci
stanno a pagare il gasolio per i trattori e riscaldare le serre il
doppio rispetto all'anno scorso. Per questo oggi Confagricoltura, Cia
e Copagri lanciano un grido di allarme e sono scesi in piazza in
centinaia sotto a Montecitorio per far sentire la loro voce in un
presidio pacifico ma animato, in cui predominano il bianco e il verde,
i colori delle tre organizzazioni, tra le piu' rappresentative del
settore.

A guidare la protesta sono i presidenti scesi in piazza anche
loro, Mario Guidi di Confagricoltura, Giuseppe Politi di Cia e Franco
Verrascina di Copagri. Per gli agricoltori insomma i conti non
tornano: l'Imu "un'imposta assurda e penalizzante determinera' un vero
e proprio salasso da 1,5 miliardi di euro rispetto ai 300 milioni di
gettito derivanti dall?ici, ai quali potrebbero aggiungersi altri 2-3
miliardi di euro per l'accatastamento dei fabbricati rurali" gridano a
una sola denunciando che la norma "e' stata scaraventata"
sull'agricoltura troppo rapidamente. I manifestanti, 'armati' di
fischietti sono stanchi. "Sono al verde, passo le notti in bianco e ho
i conti in rosso" recita un cartello e una latro: "per riscaldare la
stalla mi sono venduto le mucche" . (segue)

(Arm/Ct/Adnkronos)
13-MAR-12 11:09

NNNN
FISCO: PILI (PDL), IMU SU FABBRICATI E TERRENI AGRICOLI LETALE PER AGRICOLTURA =

Cagliari, 13 mar. - (Adnkronos) - ''La nuova Imu sulle campagne,
prevista dal decreto 'SalvaItalia, non solo non salva l'Italia ma di
certo affonda l'agricoltura. Questa nuova tassa e' incostituzionale
per la Sardegna ed e' letale per un settore gia' drammaticamente
colpito dalla crisi economica". Lo sostiene il deputato sardo Mauro
Pili (Pdl) in una interrogazione ai Ministri dell'Agricoltura e
dell'Economia nella quale chiede l'immediata revoca della norma che
riguarda anche le Regioni a statuto speciale.

Pili, che non aveva votato il decreto del Governo Monti, aveva
denunciato gia' prima del varo della manovra evidenti profili di
incostituzionalita' e norme palesemente vessatorie nei confronti della
Sardegna. "Ora che quelle norme stanno per entrare in vigore -
sostiene Pili - si percepisce il disastro che provocheranno nel mondo
delle campagne. La decisione di applicare l'Imu alle zone agricole e
ai fabbricati connessi all'attivita' produttiva e' una condanna a
morte per un settore fondamentale non solo per l'economia ma anche per
la tutela ambientale".

"Si tratta - ha detto il deputato sardo - di una modifica
sostanziale della fiscalita', applicata al settore primario
dell'agricoltura, e, in particolare, ai beni funzionali all'esercizio
dell'attivita' stessa, che vengono assimilati a puro e semplice
patrimonio. Con queste norme viene meno il regime di fiscalita'
speciale da sempre riconosciuto al settore agricolo, proprio per il
ruolo che l'agricoltore svolge e dei beni prodotti. Basti pensare -
prosegue Pili - alla salvaguardia del territorio e del paesaggio:
attivita' connaturata all'esercizio dell'agricoltura, di cui tutti
godono, ma che, certamente, non e' remunerata dal mercato". (segue)

(Coe/Ct/Adnkronos)
13-MAR-12 11:05

NNNNFISCO: PILI (PDL), IMU SU FABBRICATI E TERRENI AGRICOLI LETALE PER AGRICOLTURA (2) =

(Adnkronos) - ''A questi elementi - ha proseguito Pili - si
aggiunge un aspetto tutto sardo dell'applicazione dell'Imu. Le
competenze statutariamente attribuite alla Regione Sardegna in materia
di agricoltura e la disposizione che prevede un sistema fiscale
coordinato e armonico rendono l'introduzione dell'Imu per le zone
agricole una palese violazione delle peculiarita' autonomistiche dello
Statuto sardo e conseguentemente violano le prerogative costituzionali
della Regione''.

''Alla violazione costituzionale si aggiunge - ha detto Pili -
quella degli indirizzi comunitari relativamente alle politiche
agricole nelle aree periferiche e insulari che prescrivono l'esigenza
di compensare e ridurre il gap insulare che si abbatte sulle
produzioni agricole di questi territori. L'introduzione dell'Imu anche
per le zone agricole rende di fatto sempre piu' oneroso il divario
gestionale e mette ancor piu' fuori mercato le produzioni agricole
delle regioni insulari disattendendo le disposizioni comunitarie''.

''Gli immobili agricoli assoggettati, come d'altra parte i
terreni, all'Imu sono gli strumenti da lavoro dell'agricoltore e non
possono, come tali, essere considerati alla stregua di pura e semplice
ricchezza accumulata da tassare. Questa tassa - ha sostenuto Pili
nell'interrogazione- va a colpire l'agricoltura in un suo punto
debole, costituito dalla forte immobilizzazione di capitali a
bassissima redditivita'. L'applicazione ai fabbricati rurali ad uso
strumentale di un aliquota ridotta allo 0,2%, pur combinata con la
facolta' riconosciuta ai comuni di ridurre dello 0,1%, produrra'
effetti devastanti, considerato che, a base del calcolo vengono
inseriti anche i terreni''. (segue)

(Coe/Ct/Adnkronos)
13-MAR-12 11:10

NNNNFISCO: PILI (PDL), IMU SU FABBRICATI E TERRENI AGRICOLI LETALE PER AGRICOLTURA (3) =

(Adnkronos) - ''Il peso dell'Imu per le imprese agricole
italiane, e sarde - ha concluso Pili -, viene stimato fra 1,3 miliardi
di euro di nuove imposte e 2 o 3 miliardi di euro per l'accatastamento
dei fabbricati rurali. Un valore prossimo a quello della Politica
Agricola Comunitaria per il nostro Paese''.

Pili chiede ai Ministri dell'Agricoltura e dell'Economia se non
ritengono ''di dover adottare immediati provvedimenti di esenzione
relativamente alle competenze delle Regioni a statuto autonomo che
hanno competenze esclusive per l'agricoltura e concorrenti sulla
fiscalita''' e ''l'immediata apertura di un confronto,
Governo-Regioni, volto ad individuare criteri alternativi di
applicazione dell'Imu senza pregiudicare la sussistenza del settore
agricolo italiano''.

(Coe/Ct/Adnkronos)
13-MAR-12 11:17

NNNN

Nessun commento:

Posta un commento