Translate

giovedì 26 giugno 2014

SANITA': TDM, PATTO SALUTE 'SEGRETO', RENZI CHIEDA DI 'DESECRETARLO' =



SANITA': TDM, PATTO SALUTE 'SEGRETO', RENZI CHIEDA DI 'DESECRETARLO' =

Roma, 26 giu. - (AdnKronos Salute) - ''Da un Governo che ha
dichiarato di considerare la partecipazione dei cittadini come un
elemento qualificante della propria azione, non ci saremmo davvero
aspettati un Patto per la Salute praticamente 'segreto', passato sopra
la testa di cittadini, professionisti e anche del Parlamento''. Lo
sostiene Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i
diritti del malato-Cittadinanzattiva che si appella al presidente del
Consiglio Renzi perché chieda al ministro della Salute Beatrice
Lorenzin di 'desecretarlo' .

''Da oltre un anno - ricorda - chiediamo infatti, totalmente
inascoltati, a ministeri e Regioni di aprire un confronto con le
organizzazioni dei cittadini, e invece ora ci ritroviamo con un Patto
che si sta chiudendo, del quale non abbiamo potuto leggere nemmeno il
testo''.

Eppure ''sia a livello europeo che a livello nazionale -
aggiunge Aceti - lo strumento della 'consultazione pubblica' riguardo
a molti provvedimenti è ormai 'prassi', che al contrario in questo
caso si è deciso invece di non praticare. I risultati di questo
processo non partecipato si iniziano purtroppo a vedere e come al
solito sono i cittadini a farne le spese. E' di poche ore fa infatti
la notizia che le modalità di revisione dei nuovi Livelli essenziali
di assistenza (Lea) non saranno contenute nel nuovo Patto per la
Salute ma al contrario saranno discusse dopo l'estate a data da
definirsi. I Lea risalgano ormai 15 anni fa. Per questo chiediamo che
siano priorità all'interno del Patto per la Salute''. (segue)

(Ram/Ct/Adnkronos)
26-GIU-14 13:25

SANITA': TDM, PATTO SALUTE 'SEGRETO', RENZI CHIEDA DI 'DESECRETARLO' (2) =

(Adnkronos) - Queste le principali richieste di
Cittadinanzattiva -Tribunale per i diritti del malato (Tdm): 1) -
Ridurre il peso dei ticket destinando parte dei risparmi alla
copertura dei 10 euro introdotti dal super-ticket. Non sono
accettabili forme che si configureranno come nuove tasse sulla salute,
o peggio ancora, sulla malattia. Nessun passo indietro sui diritti
acquisiti, come ad esempio esenzioni per malati cronici e/o rari.
L'Isee, così come calcolato oggi, è uno strumento iniquo per la
modulazione della compartecipazione: il nuovo regolamento di calcolo,
infatti considera 'fonti di reddito' prestazioni assistenziali come ad
esempio invalidità civile e indennità di accompagnamento.

2) Rivedere i meccanismi che regolano i Piani di rientro,
affinché da Piani di rientro dal debito, diventino Piani per la
garanzia dei Lea

3) Rivedere il sistema di valutazione delle performance delle
Regioni, in particolare rispetto alla capacità di garantire
l'effettività dei Lea.

4) Contemporaneità della riorganizzazione della rete ospedaliera
con quella dell'assistenza territoriale, affiancando agli standard
nazionali ospedalieri, quelli per 'l'assistenza territoriale'.

(Ram/Ct/Adnkronos)
26-GIU-14 13:29

Nessun commento:

Posta un commento