Translate

domenica 16 febbraio 2014

Ministero della salute Nota 3-10-2013 n. DGISAN/40408-P Virus epatite A (HAV) in frutti di bosco surgelati - Raccomandazioni per operatori del settore alimentare, diffusione metodica di laboratorio IZSLER.


Ministero della salute
Nota 3-10-2013 n. DGISAN/40408-P
Virus epatite A (HAV) in frutti di bosco surgelati - Raccomandazioni per operatori del settore alimentare, diffusione metodica di laboratorio IZSLER.
Emanata dal Ministero della salute, Dipartimento della sanità pubblica veterinaria, della sicurezza alimentare e degli organi collegiali per la tutela della salute, Direzione generale per l'igiene e la sicurezza degli alimenti e della nutrizione - Uff. 01 ex DGSAN - Affari generali.

Nota 3 ottobre 2013, n. DGISAN/40408-P (1).

Virus epatite A (HAV) in frutti di bosco surgelati - Raccomandazioni per operatori del settore alimentare, diffusione metodica di laboratorio IZSLER.


--------------------------------------------------------------------------------

(1) Emanata dal Ministero della salute, Dipartimento della sanità pubblica veterinaria, della sicurezza alimentare e degli organi collegiali per la tutela della salute, Direzione generale per l'igiene e la sicurezza degli alimenti e della nutrizione - Uff. 01 ex DGSAN - Affari generali.




--------------------------------------------------------------------------------

All'
 A.I.D.E.P.I. - Associazione delle industrie del dolce e della pasta italiane

  Via Rhodesia, 2

  00144 Roma

All'
 A.I.I.P.A. - Associazione italiana industrie prodotti alimentari

  Corso di Porta Nuova, 34

  20121 Milano

All'
 A.N.E.I.O.A. - Associazione nazionale esportatori importatori ortofrutticoli ed agrumari

  Via Sabotino, 46

  00195 Roma (RM)

All'
 AssoLatte - Associazione italiana lattierocasearia

  Via Adige, 20

  20135 Milano

Alla
 Federalimentare - Federazione italiana dell'industria alimentare

  Viale Pasteur, 10

  00144 Roma

Alla
 F.I.P.E. - Federazione italiana pubblici esercizi

  Piazza G. Belli, 2

  00153 Roma (RM)

A
 Unionalimentari - Confapi

  Unione nazionale della piccola e media industria alimentari

  Confederazione italiana della piccola e media industria privata

  Via Rosa Raimondi Garibaldi, 40

  00145 Roma

Alla
 F.I.C. - Federazione italiana cuochi

  Piazzale delle Crociate, 15

  00162 Roma

A
 tutti gli Assessorati alla sanità delle Regioni e Province autonome

e, p.c.: A
 Accredia

  Via Guglielmo Saliceto, 7/9

  00161 Roma

 



--------------------------------------------------------------------------------




--------------------------------------------------------------------------------

Si fa riferimento all’epidemia di epatite A in Italia attualmente in corso, osservata dall’inizio dell’anno e correlata al consumo di frutti di bosco di provenienza estera (sia da Paesi UE che extra-UE).

Considerato l’elevato numero di casi registrati, il Ministero della salute in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità e l’IZS della Lombardia e dell’Emilia Romagna - Centro di referenza nazionale per i rischi emergenti in sicurezza alimentare (IZSLER) ha costituito a maggio scorso una task force con l’obiettivo di indagare sulla fonte di infezione e predisporre interventi a tutela della salute pubblica, tra i quali:

a) la pubblicazione sul portale del Ministero di pagine informative per i consumatori, con la raccomandazione di sottoporre a cottura per tempi adeguati il prodotto surgelato/congelato prima del consumo;

b) la divulgazione di una nota (nota n. DGISAN/32593-P del 29 luglio 2013, pubblicata sul portale, Allegato1) atta ad orientare le misure di autocontrollo aziendale, nonché i controlli ufficiali alla frontiera e sul territorio;

c) la divulgazione di report aggiornati alle autorità competenti regionali al fine orientare le misure di controllo ufficiale.

Tuttavia, nonostante si sia registrato nei mesi di giugno, luglio e agosto un decremento delle notifiche dei casi di epatite, continuano ad essere registrati nuovi focolai per i quali il maggiore fattore di rischio associato, resta il consumo di frutti di bosco congelati/surgelati consumati tal quali o come ingrediente di prodotti composti.

Si ritiene quindi necessario richiamare l’importanza di prevedere per le ditte che distribuiscono, confezionano e impiegano frutti di bosco congelati/surgelati l’implementazione di misure basate sul sistema HACCP, idonee a prevenire e ridurre tale rischio. Specifici piani di campionamento, conformi al dettato della nota ministeriale di cui al punto b), dovrebbero essere inclusi nell’ambito delle procedure aziendali di autocontrollo. Si raccomanda, inoltre, l’adozione di protocolli di disinfezione degli ambienti e delle attrezzature di lavoro attivi contro il virus HAV.

Per quanto concerne gli aspetti più strettamente laboratoristici si è convenuto che durante l’emergenza i laboratori coinvolti nel controllo ufficiale adottassero la metodica validata dall’IZS della Lombardia e dell’Emilia Romagna. Parallelamente l’Istituto Superiore di Sanità è stato incaricato di portare a termine la validazione primaria della metodica ISO/TS 15216-2, che prevede la determinazione dei virus dell’epatite A e dei norovirus, genogruppo I e genogruppo II, per le matrici di origine vegetale, in particolare frutti di bosco e vegetali a foglia larga. Nelle more del completamento di tale attività si allega copia della metodica in uso presso l’IZSLER (Allegato 2), con preghiera di diffusione ai laboratori iscritti nel Registro regionale dei laboratori di analisi per l’autocontrollo delle industrie alimentari.

È opportuno sottolineare che per raggiungere l’obiettivo di prevenzione è cruciale la collaborazione degli operatori del settore della ristorazione e somministrazione di alimenti. Alla luce delle conoscenze attuali l’impiego di frutti di bosco surgelati/congelati previo il solo decongelamento è da ritenersi non sicuro. Particolare attenzione deve essere quindi posta, ad esempio, alle guarnizioni di dolci, yogurt, gelati e ai frullati di frutta. Si raccomanda, pertanto, di utilizzare questi prodotti solo dopo averli portati ad ebollizione per almeno 2 minuti o di aggiungerli esclusivamente a preparazioni che saranno sottoposte ad un trattamento termico almeno equivalente.

Si ringrazia per l’attenzione e la collaborazione.




Il Direttore generale

Dott. Silvio Borrello


--------------------------------------------------------------------------------




--------------------------------------------------------------------------------

Allegato 1




Nota 29 luglio 2013, n. DGISAN/32593-P

Allerta per presenza di virus dell'epatite A in frutti di bosco congelati (2).





--------------------------------------------------------------------------------

(2) Il testo della nota 29 luglio 2013, n. DGISAN/32593-P, emanata dal Ministero della salute, è riportato autonomamente.




--------------------------------------------------------------------------------

Allegato 2 (3)





--------------------------------------------------------------------------------

(3) Si omette il testo dell'allegato in quanto non riportato alla fonte.




--------------------------------------------------------------------------------

Nota 29 luglio 2013, n. DGISAN/32593-P

Nessun commento:

Posta un commento