Translate

giovedì 9 febbraio 2017

Inps: Boeri, fasce controlli malattia almeno 7 ore per tutti =




Inps: Boeri, fasce controlli malattia almeno 7 ore per tutti =
(AGI) - Roma, 9 feb. - Le fasce orarie di reperibilita' per i
controlli in caso di malattia "devono essere armonizzate tra
pubblico e privato ed estese". Lo ha affermato il presidente
dell'Inps, Tito Boeri, secondo cui "non ha senso che ci siano
differenze tra lavoratori pubblici e privati". Per Boeri le
fasce orarie dovrebbero essere di almeno sette ore: in questo
modo - ha spiegato intervenendo alla presentazione della
ricerca 'Domiciliarita' e residenzialita' per l'invecchiamento
attivo' - si potrebbero ridurre le spese e gestire al meglio i
medici e svolgere i controlli in modo efficiente. (AGI)
Ing/Cog
091240 FEB 17
NNNN


Inps: Boeri, fasce controlli malattia almeno 7 ore per tutti (2)=
(AGI) - Roma, 9 feb. - Gli orari per la visita fiscale, in
Italia, non sono uguali per tutti i lavoratori, ma cambiano a
seconda che il lavoratore assente per malattia sia un
dipendente privato o pubblico.
Per i primi, la fasce orarie della visita fiscale 2017 sono
dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19. Sia il datore di lavoro
sia l'Inps possono richiedere il controllo medico fiscale nei
confronti del dipendente che ha comunicato la malattia o la sua
assenza dal lavoro per effettuare una visita o degli esami.
L'obbligo di reperibilita' inizia il primo giorno della
malattia e prosegue per tutto il periodo indicato sul
certificato medico, inclusi sabato, domenica e festivita'. E
quindi anche a Natale, Capodanno, Befana, Pasqua. Ci si puo'
sottrarre a questo 'regime' di fasce orarie in caso di
patologie che richiedono terapie salvavita e stati patologici
connessi a situazioni di invalidita' riconosciuta, in misura
pari o superiore al 67%.
Per i dipendenti statali e pubblici, i controlli vengono
effettuati dai medici della mutua, ossia, dell'Asl di
riferimento, su richiesta dell'Amministrazione pubblica. Gli
orari di visita fiscale sono dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle
18. Questi orari sono validi per tutti i dipendenti del
pubblico impiego, compresi i dipendenti di: agenzie fiscali,
Inps e Inail, ministeri; statali, Comuni ed enti locali; forze
dell'ordine, carabinieri, militari, polizia di Stato, vigili
del fuoco e polizia Penitenziaria. E poi: docenti e personale
Ata; medici e infermieri appartenenti al Servizio sanitario
nazionale. Quattro le cause esclusione dall'obbligo di
reperibilita': oltre alle terapie salvavita e all'invalidita',
sono riconosciuti gli infortuni sul lavoro Inail e le malattie
professionali Inail.
Nel caso in cui il medico Inps o Asl, recandosi al
domicilio del lavoratore indicato sul certificato, non trovi
nessuno durante gli orari delle visite fiscali (anche nel caso
in cui il campanello fosse rotto o il citofono non
funzionasse), l'assenza dal lavoro e' da considerarsi
ingiustificata. (AGI)
Gav
091357 FEB 17